L’avvertimento a Hamilton: “Stai chiedendo troppi soldi alla Mercedes”

La richiesta di Hamilton alla Mercedes, di uno stipendio da 66 milioni all’anno, sarebbe troppo alta, secondo Marko. E potrebbe approfittarne la Ferrari

Lewis Hamilton (Foto Steve Etherington/Mercedes)
Lewis Hamilton (Foto Steve Etherington/Mercedes)

Va bene, è il pilota che ha vinto gli ultimi tre campionati del mondo consecutivi e cinque degli ultimi sei. D’accordo, quest’anno potrebbe diventare il campione più vincente di tutti i tempi, scavalcando anche il leggendario Michael Schumacher. Ma da qui a pagarlo 66 milioni di dollari all’anno, ce ne passa.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Questa, infatti, sarebbe la cifra, assolutamente da record e senza precedenti, che il fuoriclasse anglo-caraibico avrebbe chiesto come ingaggio alla sua Mercedes per rinnovare il contratto che lo lega a Brackley, attualmente in scadenza a fine stagione. La Freccia d’argento gli aveva offerto un biennale già di per sé principesco, da 50 milioni di dollari a stagione più i premi.

Richiesta faraonica di Hamilton alla Mercedes

Ma nemmeno questo aumento di stipendio sarebbe bastato ad Hamilton, che avrebbe rifiutato questa proposta rilanciando: un accordo a lungo termine, di ben quattro anni con la promessa di rimanere testimonial e uomo immagine del marchio a tempo indeterminato. Sì, ma in cambio del salario faraonico di ben 66 milioni di dollari all’anno.

Leggi anche —> Colpo di scena nelle trattative Hamilton-Mercedes: il rinnovo si allontana

Una mossa che ha improvvisamente complicato le trattative per la riconferma che, fino a quel momento, sembravano essersi messe in discesa. Già, perché 66 milioni sono una cifra fuori mercato, perfino per il pilota e per il team più forti dell’attuale Formula 1. Ne è convinto anche il dirigente rivale Helmut Marko, plenipotenziario della Red Bull, che del resto ha appena firmato il rinnovo del suo contratto con Max Verstappen.

Si riaffaccia l’ipotesi Ferrari

Secondo il manager austriaco, i numeri che sono stati riferiti dalle indiscrezioni di mercato sulla stampa specializzata sarebbero corretti: “Lewis è un sei volte campione del mondo e una figura molto importante per la Mercedes, sia a livello sportivo che di marketing”, ha dichiarato ai microfoni della rivista tedesca Auto Bild. “Penso che sia consapevole del suo valore e per questo motivo sono venuti fuori quei numeri. Ma penso anche che nessun team, nemmeno la Mercedes, sia disposta a spendere somme del genere per un pilota. Forse la Ferrari”.

Marko, insomma, avverte Hamilton di non tirare troppo la corda con i suoi datori di lavoro. Ma aggiunge anche una chiosa affascinante, che potrebbe improvvisamente riaprire i giochi di un mercato piloti che sembrava avviarsi verso binari ben indirizzati: sarà proprio la richiesta economica troppo esosa a convincere Lewis a passare alla Rossa di Maranello, anche accettando di condividere il team con il giovane talento Leclerc?

Lewis Hamilton (Foto Wolfgang Wilhelm/Mercedes)
Lewis Hamilton (Foto Wolfgang Wilhelm/Mercedes)