A Torino, proprio nel giorno della Memoria e dopo i fatti di Mondovì, è apparsa su un muro un’altra scritta antisemita: “Crepa sporca Ebrea” questo il messaggio rivolto ad una donna.

Polizia
Polizia (foto dal web)

È il secondo episodio in pochi giorni. Dopo quello di Mondovì anche a Torino il becero antisemitismo si è concretato in una scritta: “Crepa sporca Ebrea“. Le violente parole sarebbero apparse sul muro del cortile interno dell’abitazione della signora Maria, ebrea e figlia di una staffetta partigiana. La donna sensibilmente scossa si è recata in Questura per sporgere denuncia: sui fatti indaga ora la Digos.

Torino, scritta antisemita su un muro nel giorno della Memoria: “Crepa sporca Ebrea”

Frasi antisemite, sentimento d’odio diffuso ed un’incredibile crudeltà quella a cui in questi giorni l’Italia sta assistendo. Dopo l’episodio di Mondovì, dove sul portone di casa del figlio di Lidia Rolfi, partigiana deportata nel 1944, è stato imbrattato con la scritta nazista “Juden Hier” e la stella di David. Dopo l’episodio si sperava che tali nefandezze non si sarebbero più ripetute, invece non è stato così. Una nuova scritta razzista, riporta l’Ansa, proprio nel giorno della Memoria, è apparsa sul muro del cortile interno di uno stabile di corso Casale, precollina di Torino, dove vive la signora Maria. “Crepa sporca ebrea“, queste le truci parole che la donna, ebrea e figlia di una staffetta partigiana, sarebbe stata costretta a leggere con occhi increduli.

La donna, rinvenuto lo scempio, si sarebbe recata presso la Questura di corso Vinzaglio per denunciare l’accaduto. Stando a quanto riporta la redazione dell’Ansa, la signora Maria avrebbe dichiarato: “Una frase terribile, soprattutto nel Giorno della Memoria. Termini vecchi, passati, che però fanno ancora male. Non ho mai fatto mistero delle mie origini, non ne ho mai visto il motivo. Purtroppo il mio non è il primo caso – afferma la donna sensibilmente preoccupata – e questa escalation fa riflettere. Meno male che in tante scuole gli insegnanti, e non solo, educano i ragazzi al rispetto dei veri valori della storia. E’ una brutta scritta, fa male. Fa tanto male“. Sulla vicenda sta indagando la Digos.

Leggi anche —> Insegnante italiana muore dopo un viaggio all’estero

Scritta muro antisemita
(foto dal web)