Sanzioni in vista per chi paga in contanti

0
12759

In vista sanzioni importanti per chi dal 1° luglio 2020 pagherà con i contanti. Il 2020, sotto questo aspetto, segna un punto di non ritorno nelle politiche della BCE in materia.

Sanzioni in vista per chi paga in contanti
Banconote di euro (foto Pixabay)

Si è parlato molto di pagamenti in contanti e lotta al riciclaggio. Con il 2020, in particolare dal 1° luglio 2020, proprio in ottica di potenziamento delle misure finalizzate a contrastare il riciclaggio di denaro sporco e quindi combattere le mafie, entrerà in vigore un’importante normativa secondo la quale non sarà più possibile effettuare pagamenti in contanti sopra una certa cifra, pena vedersi sanzionati anche molto seriamente.

Si tratta di norme contenute nella manovra di bilancio approvata con il Decreto Legge n. 124/2019, convertito poi con Legge n. 157 del 2019.

La soglia per il pagamento in contanti non è affatto alta

La normativa infatti introdurrà una soglia o tetto al di sopra del quale non sarà possibile pagare in contanti.
E questo varrà sia per le persone fisiche sia per quelle giuridiche.
Attualmente il limite per l’uso dei contanti è di 3 mila euro.
Dal 1° luglio 2020 e fino al 31 dicembre 2021 verrà ridotto a 2.000 euro. Pertanto, per tutti pagamenti di somme superiori a questa soglia sarà necessario utilizzare metodi tracciabili: bonifici, pagamenti con bancomat o carta di credito etc.
Il range sanzionatorio è davvero importante: si va da da 3mila euro a 50mila euro.
Sarà sufficiente pagare una qualunque spesa che costi più di 2mila euro con contanti o comunque in un modo non tracciabile per incorrere in sanzioni che hanno tali importi.
E’ evidente che la multa può superare l’importo della transazione e che quindi non è consigliabile pagare con i contanti.
Nel frattempo, peraltro, già dal 1° gennaio 2020 è stata introdotta un’importante nuova regola anche per detrarre dall’Irpef le spese mediche e non: dovranno essere sostenute con metodi tracciabili.
Sanzioni in vista per chi paga in contanti
500 euro (foto Pixabay)