Marko convinto: “Verstappen senza rivali, è oltre la media”

0
81

Helmut Marko esalta le doti e la maturità di Max Verstappen. Per il talent scout Red Bull l’olandese è riuscito a suscitare grandi emozioni.

Max Verstappen nel box della Red Bull (Foto Mark Thompson/Getty Images)
Max Verstappen nel box della Red Bull (Foto Mark Thompson/Getty Images)

Da sempre grande sostenitore del #33 non fosse per qualche commento recente, l’uomo oscuro dietro alla scuderia energetica è tornato a magnificare il carattere e le potenzialità del suo prediletto.

Interrogato da Motorsport.com sul suo rapporto con Mad Max e sul loro primo incontro, Marko  ha raccontato: “All’epoca aveva circa 15 anni.Di solito mi confronto con i nuovi piloti per venti minuti circa per crearmi così un’immagine della loro personalità e dell’intera storia, ma con lui sono sono rimasto a parlare un’ora e mezza.

Era giovane, ma con un cervello dai tre ai cinque anni in anticipo. Ora il suo sviluppo si è stabilizzato, quindi la sua età e la sua maturità si sono allineate. È comunque molto al di sopra della media“, ha proseguito l’austriaco.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Ricordando la rapida promozione di Verstappen in F1 dopo appena una stagione in Formula 3, il 76enne ha sostenuto: “È stato un passo audace, un rischio non trascurabile, tuttavia ho visto in lui una grande maturità per quanto aveva imparato sui kart, oltre che per l’impegno con cui si approcciava alle corse“, ha chiosato l’ex driver di Graz.

Gasly cerca il riscatto

Rimanendo in argomento Red Bull, chi non è mai stato amato dal dott. Marko, ovvero il discreto Pierre, guardando alla stagione del Circus che scatterà il prossimo 15 marzo si è ripromesso che farà di tutto per far cambiare idea al suo boss sulla scia degli ultimi nove GP del 2019.

Sono sempre stato competitivo da quando ho iniziato con le auto. Il recupero nelle ultime gare dello scorso mondiale è stato importante perché sono state dette tante cavolate senza avere informazioni o senza sapere bene la situazione“, ha affermato il transalpino. “Dalla retrocessione al team di Faenza mi sono assicurato di essere di fare del mio meglio  e mostrare semplicemente che avevo la velocità, a dispetto di tante dichiarazioni”, ha infine rilanciato Gasly.

Pierre Gasly (©F1 Twitter)

Chiara Rainis