Finlandia | italiano smarrisce soldi e trova una bella sorpresa | FOTO

Un nostro concittadino che lavora in Finlandia è protagonista di una vicenda bellissima ed anche divertente. Che si spera possa anche fare riflettere alcuni.

Finlandia italiano
Che bella sorpresa al lavoro per un italiano in Finlandia FOTO tuttomotoriweb

Un nostro connazionale che vive in Finlandia da qualche anno per lavoro è protagonista di una bella storia. Una di quelle che ci impiegano davvero poco per diventare virali ed essere condivise sui social in ogni parte del mondo. Lui si chiama Giorgio e vive nella capitale Helsinki. In un Paese dove criminalità, disoccupazione, intolleranze e disagi sociali sono ai minimi termini. Con standard – dispiace dirlo – di gran lunga diversi da quelli decisamente peggiori che possiamo riscontrare in Italia. È Simone, un suo amico, a rendere noto quanto successo, il tutto dopo avere pubblicato una foto ed una semplice frase, sul suo profilo personale Twitter. Cosa è successo? In pratica Giorgio ha smarrito una banconota da 5 euro nel suo ufficio.

LEGGI ANCHE –> Pensione | non arriva niente e chiama la banca | “Ma lei non era morto?”

Finlandia, la bella storia di un italiano e della donna delle pulizie

Il giorno dopo, raggiungendo la sua postazione di lavoro, trova i soldi con annesso un bigliettino. “Found under the table” (‘Trovata sotto al tavolo’). Glielo aveva lasciato la donna delle pulizie, che si era firmata proprio così ‘Cleaner’. Il nostro connazionale allora ha replicato, lasciando lì i 5 euro ed il bigliettino con un altro messaggio. “Questi 5 euro sono la tua mancia, te la meriti!”. Ed anche un collega di Giorgio ci mette simpaticamente del suo, scrivendo “D’accordissimo!”. Trascorre un altro giorno lavorativo, e l’italiano trova un nuovo biglietto dalla donna delle pulizie. “Grazie ragazzi ma non posso accettare. Alma, la donna delle pulizie”. La storia ha fatto in un lampo il giro del mondo. E questo sfoggio di onestà e di civiltà rappresenta per molti un motivo per credere che in fondo il mondo sia ancora un posto bello dove vivere.