Tragedia in casa, neonata ritrovata senza vita: “Non era malata”

0
843

Una neonata di un mese è morta mentre dormiva nell’abitazione dove viveva con i genitori a Reggio Emilia alle prime luci dell’alba di venerdì.

Bambina morta
Ambulanza (foto dal web)

Dramma a Reggio Emilia, dove all’alba di venerdì 23 gennaio, una bambina di appena un mese è stata ritrovata senza vita nella sua culla dal padre che era andato a controllare se fosse tutto in ordine. La piccola, secondo il racconto del padre, era stata allattata la sera prima e poi messa a letto, ma quando l’uomo, un operaio di 59 anni originario del Burkina Faso, in mattinata è andato a controllare, la bimba non si muoveva ed aveva la manina aperta, contrariamente a quanto accadeva di solito. Accortosi che la figlia non respirava più, l’operaio ha contattato i soccorsi del 118 che giunti sul posto non hanno potuto far altro che constatare il decesso della neonata. Soccorsa la madre della vittima che ha accusato un malore.

Leggi anche —> Scuolabus con a bordo oltre venti bambini finisce in un torrente: tragico bilancio

Reggio Emilia, neonata muore in casa a solo un mese, il padre: “Era una bimba sana. Non riusciamo a spiegarci l’accaduto

Aveva solo un mese la piccola Filouce Bance, la bambina morta nelle prime ore di venerdì 23 gennaio nell’abitazione in cui viveva con i genitori a Reggio Emilia. Secondo quanto raccontato dal padre della vittima, Hamidou Bance, operaio di 59 anni originario del Burkina Faso, alla redazione de La Gazzetta di Reggio, la piccola, nata lo scorso 23 dicembre, era stata allattata dalla madre la sera prima, allattamento che è proseguito anche durante la notte. “Quando mi sono svegliato prima delle 7 -racconta Hamidou a La Gazzetta di Reggiosono andato in bagno, ho detto agli altri figli di alzarsi e prepararsi per la scuola, poi sono rientrato in camera da letto: la bimba non si muoveva, ma quello che ho trovato strano è che avesse la mano aperta invece di stringere i pugni. No non era prona, sappiamo che è pericoloso: Filouce era supina, non può essersi soffocata“. Accortosi della situazione, l’operaio ha allarmato la moglie ed il figlio più grande ed hanno contattato i soccorsi. Sul posto, in un appartamento di una palazzina sita nel capoluogo di provincia emiliano, è arrivato il personale medico del 118 che purtroppo non ha potuto far nulla per la Filouce, di cui è stato possibile solo constatarne il decesso. Realizzato quanto fosse accaduto, la madre si è disperata ed i medici hanno dovuto somministrarle un calmante. Il padre della neonata, affranto dal dolore ha raccontato: “Il 3 gennaio -riporta a La Gazzetta di Reggio–  siamo andati a una visita di controllo, pochi giorni fa a un’altra visita: la bimba non era malata, aveva solo un respiro affannoso, ma sia i medici dell’ospedale sia il pediatra (dove siamo andati nel frattempo) ci hanno detto che non c’erano problemi: era una bimba sana. Non riusciamo a spiegarci l’accaduto, davvero non so. Le autorità ci chiameranno quando sapranno qualcosa in più“. Intervenuti presso l’abitazione teatro della tragedia anche i carabinieri che hanno effettuato gli accertamenti di rito. Sul caso la Procura di Reggio Emilia ha aperto un fascicolo e potrebbe disporre nei prossimi giorni l’esame autoptico per stabilire le cause del decesso. Da chiarire, come riporta La Gazzetta di Reggio, è se la piccola fosse affetta da qualche disfunzione congenita non individuata dai medici in ospedale o se si sia trattato di una imprevedibile tragedia.

Leggi anche —> Tragedia all’hospice, uccide la moglie malata e si toglie la vita: “Perdonatemi”

Caseificio sequestrato
Carabinieri (foto dal web)