Rossi sfotte Fernando Alonso: “Meno male che non ha vinto la Dakar”

0
12974

Alexander Rossi, già rivale di Fernando Alonso in IndyCar e in Formula 1, ha espresso soddisfazione per il fatto che lo spagnolo non abbia vinto la Dakar

Fernando Alonso alla Dakar 2020 (Foto Florent Gooden/Dppi)
Fernando Alonso alla Dakar 2020 (Foto Florent Gooden/Dppi)

Invidia? Forse. Fatto sta che Alexander Rossi, ex pilota di Formula 1 con la Marussia e vincitore della 500 Miglia di Indianapolis, si è ritrovato a tifare apertamente contro Fernando Alonso, quando il due volte iridato asturiano ha fatto il suo debutto alla Dakar in questa edizione 2020.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Il suo stesso rivale americano nella IndyCar, infatti, avrebbe voluto prendere parte in prima persona alla maratona del deserto, ma non ha potuto farlo quest’anno per via dei suoi impegni contemporanei con la Supercar a Bathurst e poi con le preparazioni per la 24 Ore di Daytona di questo weekend. Quindi si è dovuto limitare ad assistere alla prova di Alonso a distanza.

“Ora lo seguo con attenzione, perché è divertente: stiamo facendo più o meno le stesse cose”, ha spiegato Rossi ai microfoni del sito specializzato statunitense Racer. “Sono stato molto attento a ciò che ha fatto alla Dakar. In realtà anche a me è stato chiesto di correre, ad un certo punto, ma in questo caso non ce l’ho fatta a inserirla nei miei programmi. Di sicuro lo farò nei prossimi tre o quattro anni”.

Il sollievo di Rossi per la sconfitta di Alonso

Ma Alexander Rossi ha ammesso anche di aver provato soddisfazione, un po’ maligna, di fronte alla disfatta di Alonso, che ha chiuso solo tredicesimo in classifica generale a poco meno di cinque ore dal vincitore Carlos Sainz. Il motivo è che un eventuale successo dello spagnolo avrebbe reso meno evidenti le difficoltà che si incontrano per essere immediatamente competitivi quando si debutta in una nuova specialità dell’automobilismo.

“Volevo che andasse bene, ma non volevo che vincesse perché mi avrebbe infastidito”, ha confessato Rossi. “Ho già corso due volte nei rally raid e non ho vinto la mia categoria, perciò mi avrebbe davvero dato fastidio se lui fosse arrivato e avesse trionfato già nella sua prima gara nel deserto. Sono rimasto abbastanza sollevato quando non è andata così. Ha dimostrato di essere uno dei migliori piloti del mondo, sì, ma questo non significa che si possa entrare in una categoria che questi signori disputano da tutta la vita e batterli così semplicemente. Non funziona così. Ci vuole tempo, bisogna imparare e adattarsi. Sono stato felice che Fernando non ci sia riuscito”.

Alexander Rossi (Foto Garth Milan/Red Bull)
Alexander Rossi (Foto Garth Milan/Red Bull)