Redding sicuro: “Con Ducati posso vincere in Superbike”

0
92

Scott Redding, dopo il test Superbike di Jerez, ribadisce di avere la convinzione di poter vincere con la Ducati nel campionato mondiale SBK.

scott redding superbike
Scott Redding (foto WorldSBK)

Scott Redding è tra i piloti più attesi della stagione Superbike 2020, dopo aver vinto il titolo BSB l’anno scorso. Nel team Aruba Racing Ducati prende il posto di Alvaro Bautista e non dovrà farlo rimpiangere.

Anche lui, come tutti gli altri piloti, avrebbe preferito condizioni climatiche diverse nei due giorni di test WorldSBK a Jerez. Purtroppo la pioggia ha ostacolato il lavoro di tutti, consentendo solamente pochi giri con gomme da asciutto. La speranza per il prossimo test a Portimao è che il clima sia quello giusto per portare avanti normalmente il programma di sviluppo.

Superbike, test Jerez: le parole di Redding

Redding ai microfoni di Speedweek ha espresso le proprie sensazioni sulla squadra Aruba Racing Ducati dopo le due giornate in Spagna: «Il team Ducati è eccezionale. Certo, il pacchetto team-moto è eccellente, ma è particolarmente bello sentire un senso di famiglia. Non ci sono muri, parlo normalmente con Chaz e lui mi parla, mi sento davvero bene. La Ducati mi ha accolto a braccia aperte e tutti sono felici».

Il pilota britannico è convinto di poter fare un campionato mondiale Superbike 2020 da protagonista, lottando per vincere: «Se non avessi creduto di poter vincere, probabilmente non avrei firmato il contratto. Voglio una moto ufficiale che funzioni bene e che possa permettermi di lottare per la vittoria. L’anno scorso è stata una storia diversa quando Alvaro ha dominato all’inizio. Dopo alcune gare si è imbattuto in una situazione diversa e la marea è cambiata, ma la moto ha continuato a funzionare bene, perché Chaz ha vinto a Laguna Seca ed è diventato molto costante e veloce alla fine della stagione».

Redding ha grande fiducia nei propri mezzi e nella Ducati, crede di poter essere subito un top rider del WorldSBK: «La moto è buona e credo che sarò forte con essa, posso vincere. Quando Alvaro salutò la Ducati, fui il primo ad essere contattato dalla Ducati. Ho vinto la BSB e anche se non è un Mondiale, ci sono alcuni piloti forti là. Quando sono arrivato nel campionato mondiale Superbike, sono stato in grado di dimostrare la mia forza subito durante le prime prove, è stato importante».

La British Superbike è diversa dal Mondiale, il pilota 27enne sa di dover lavorare per farsi trovare pronto all’inizio del campionato: «I ragazzi di questo paddock fanno parte della Mondiale da sette, otto o dieci anni e Jonathan Rea di solito vince. Per loro è una preparazione normale per la stagione, ma io sono il nuovo arrivato e dovrò raggiungerli. Continueremo a lavorare su ogni dettaglio con il team e quindi speriamo di poter attaccare gli altri. Siamo ancora all’inizio, non ho quasi avuto tempo di guidare la moto».

Redding è un personaggio abbastanza spavaldo e quando parla non nasconde di possedere grande sicurezza. Non ha mai nascosto il fatto di poter vincere in SBK, anche se rimane consapevole di dover sistemare alcuni aspetti per essere al 100% competitivo.

Leggi anche -> Anthony West attacca: “FIM fottiti. Imbrogli per far vincere Rossi e Marquez”

Scott Redding Superbike
Scott Redding (Getty Images)