Scoperta la proteina che può bloccare un pericoloso tumore

tuttomotori

Importante scoperta in Spagna. I ricercatori hanno trovato una proteina in grado di bloccare il pericoloso tumore al cervello. E’ collegata all’Alzheimer

Una importante scoperta in materia di cancro al cervello arriva dalla Spagna. Alcuni ricercatori dell’Instituto de Salud Carlos III (ISCIII) hanno osservato il ruolo di rilievo giocato dalla proteina TAU, responsabile tra l’altro del sorgere di alcune malattie neurodegenerative come il morbo di Alzheimer. Dalla loro analisi sui campioni di 180 pazienti è infatti emersa una connessione tra i gliomi e le malattie neurodegenerative. A seguito di 180 osservazioni su altrettanti pazienti è venuto fuori un legame alquanto evidente tra malattie proprio di questo tipo ed i cosiddetti gliomi. Ovvero i tumori al cervello dal tasso di mortalità molto elevato.  Lo studio indica che la proteina TAU è presente nelle cellule dei gliomi ed impedirebbe a quest’ultimi di creare nuovi vasi sanguigni tramite i quali nutrirsi ed ingrossarsi.

Il pericoloso tumore al cervello, cos’è

tumori del sistema nervoso centrale sono abbastanza rari e rappresentano circa l’1,6 per cento di tutti i tumori (dati AIOM AIRTUM 2017). Più frequenti sono invece i tumori che si formano all’interno del cervello, ma che hanno origine da cellule metastatiche provenienti da altri distretti, come per esempio il seno, la cute e il polmone. In questo caso la massa tumorale è composta da cellule che non originano dal sistema nervoso, ma che interferiscono comunque con il suo funzionamento.

Chi è a rischio

L’unico legame accertato con fattori di rischio è quello con le radiazioni ad alto dosaggio. Raramente alcuni tipi di neoplasie del sistema nervoso ricorrono nell’ambito di una stessa famiglia. In questi casi è probabile che vi sia una componente genetica ereditaria, anche se non è ancora chiaro quali siano i geni interessati né come le alterazioni si trasmettano e siano poi in grado di causare la malattia. Le malattie ereditarie più frequentemente associate a tumori del sistema nervoso sono la neurofibromatosi di tipo 1, di tipo 2 e la sindrome di Li Fraumeni. I più frequenti sono i gliomi, che rappresentano circa il 40 per cento di tutti i tumori cerebrali primitivi. Essi si sviluppano dalle cellule di supporto del sistema nervoso centrale (cellule gliali) deputate a svolgere importanti funzioni, come per esempio produrre la mielina, la sostanza bianca che riveste i nervi permettendo che l’impulso nervoso si trasmetta. I gliomi comprendono alcuni sottotipi che spesso prendono il nome dal tipo di cellula colpita.

cantante melanoma
Foto Public Domain Pictures

Leggi anche > Tumore alla vescica, i legami con l’acqua

Leggi anche > Morgana Forcella: così ho sconfitto il tumore