Il team Kiefer Racing nel 2020 non gareggerà nel campionato mondiale Supersport. Non c’è il budget sufficiente e la squadra tedesca ripiegherà sul CEV.

Jochen Kiefer Racing Team
(Foto Kiefer Racing Team)

Il team Kiefer Racing, dopo l’avventura nel Motomondiale, per il 2020 ambiva a correre nel campionato mondiale Supersport. Accordo raggiunto con Yamaha e con due piloti, sembrava tutto pronto per compiere il passo. Eppure…

Alla squadra tedesca sono venuti a mancare alcuni i finanziamenti necessari. Nello specifico 300 mila euro su un budget complessivo da 1 milione. Per mettere assieme la cifra era stata lanciata una campagna di crowdfunding, ma non è stata sufficiente. Di conseguenza, è saltato l’approdo nel campionato WorldSSP.

Niente Supersport, il team Kiefer Racing gareggerà nel CEV

Nonostante il fallito trasferimento in Supersport, il team Kiefer Racing nel 2020 non rimarrà senza gare. Jochek Kiefer, patron della squadra, a Speedweek ha spiegato la situazione: «Spiace fare questo annuncio, ma dobbiamo annullare la nostra partecipazione al campionato mondiale Supersport. Sarebbe stato rischioso iniziare la stagione. Siamo estremamente dispiaciuti per tutte le persone coinvolte. Soprattutto, ovviamente, per Thomas e Lukas».

Il manager tedesco ha raccontato di aver fatto tutto il possibile per mettere assieme il budget necessario per correre in Supersport, ma ha dovuto arrendersi. Tuttavia, quest’anno la squadra gareggerà nel CEV: «Kiefer Racing si impegnerà a creare un progetto con due piloti nel campionato europeo CEV Repsol Moto2 quest’anno. Abbiamo già ricevuto conferma da Peter Bales, il manager di Lukas Tulovic. Per Thomas Gradinger, tuttavia, la classe CEV Moto2 non è un’opzione. Preferirebbe rimanere nel WorldSSP, il che è comprensibile per noi».

Kiefer spiega che Lukas Tulovic ha confermato di voler proseguire con la struttura tedesca, seppur nel CEV. Invece Thomas Gradinger ha rifiutato tale soluzione e ne sta cercando un’altra in Supersport, dove qualche sella libera c’è ancora. Il team Kiefer Racing dovrà trovare un secondo pilota.

Leggi anche -> Redding sicuro: “Con Ducati posso vincere in Superbike”