Il vaccino per il coronavirus pronto in tre mesi

0
118

Un vaccino contro il coronavirus potrebbe essere pronto in soli 3 mesi. Lo scrivono su Jama, rivista medica americana, Anthony Fauci, direttore del National Institutes of Allergy and Infectious Diseases, e Catharine Paules, professore di malattie infettive presso la Penn State University.

Il vaccino per il coronavirus pronto in tre mesi
Laboratorio (foto Pixabay)

Il saggio dei ricercatori spiega che la speranza di un tempo così breve per la realizzazione del vaccino contro il coronavirus sarebbe legata alla Sars: quando nel 2003 è esploso il virus della Sars si è capito quali fossero i tempi per lo sviluppo del vaccino.

Ora gli scienziati auspicano tempi anche più rapidi, utilizzando la tecnologia dell’Rna messaggero.

Attualmente gli Stati Uniti e le istituzioni mediche cinesi stanno lavorando in modo congiunto per sviluppare un vaccino contro il nuovo coronavirus.

Leggi anche —>Coronavirus, i serpenti non sono i responsabili: a trasmettere il virus altre specie di animali

Non è ancora emergenza internazionale Coronavirus per l’Oms

L’Organizzazione mondiale della sanità per ora non dichiara l’emergenza internazionale per la diffusione del virus 2019-nCoV, detto Coronavirus.

Secondo l’Oms «è troppo presto» perchè sono ancora pochi i casi del virus confermati al di fuori della Cina. Inoltre, fuori dalla Cina non ci sarebbe trasmissione da uomo a uomo.

Il caso di Bari non sarebbe da riconnettere al coronavirus e la donna in questione starebbe bene.

In Cina invece circa20 milioni di persone restano bloccate nelle loro città perché le vittime sono salite a 26, l’ultima in un’area al di fuori dell’epicentro di Wuhan.

Anche in Francia è rientrato il caso di una donna con sintomi apparentemente analoghi a quelli del coronavirus.

Gli scienziati avrebberon uovi elementi sull’origine dell’epidemia: il virus 2019-nCoV non sarebbe arrivato all’uomo dai serpenti come invece si era ipotizzato fino a pochi giorni fa: sarebbe un’altra specie animale la responsabile del contagio ai danni dell’uomo. Tuttavia, non è ancora chiaro quale.

Il vaccino per il coronavirus pronto in tre mesi
Virus (foto Pixabay)