Nuova strategia Ferrari: ecco come affronterà i test del Montmelo

La Ferrari seguirà il metodo Mercedes nei test del Montmelo per evitare di dare vita ad una replica di quanto successo lo scorso anno.

La Ferrari di Sebastian Vettel in pista (Foto Ferrari)
La Ferrari di Sebastian Vettel in pista (Foto Ferrari)

Tutti ricorderete come dodici mesi fa la Rossa fu protagonista di prove invernali da far impallidire gli avversari, salvo poi, alla prima gara, ovvero quando contava davvero, sparire nel nulla surclassata dalle Frecce d’Argento. Ebbene, per allontanare la possibilità di trovarsi un’altra volta in una situazione del genere, a Maranello hanno deciso di imitare i tedeschi partendo inizialmente cauti senza spremere da subito la monoposto e soprattutto senza caricarla di tutte le evoluzioni.

Dunque, cosa succederà in Spagna? In pratica nelle due sessioni di test sul circuito di Barcellona potremo osservare una Ferrari differente. Dal 19 al 21 febbraio l’auto che vedremo in azione sarà del tutto uguale a quella che verrà presentata l’11 a Reggio Emilia, mentre per l’ultimo turno dal 27 al 29 febbraio in pista ci sarà quella che poi verrà portata in Australia.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Al debutto stagionale al Catalunya, dunque, la sorellina della SF90 sarà settata in modo standard, così da dare la chance ai tecnici di fare le opportune valutazioni circa le componenti meccaniche e le gomme. Solo successivamente verrà aggiornata con il pacchetto aerodinamico completo, utile per fare un confronto vero sul campo con le principali avversarie. In questo caso la parte “aero” non sarà l’esito delle informazioni emerse dal test, bensì quanto sviluppato in precedenza in fabbrica.

Chissà che questo escamotage non possa davvero fruttare qualcosa al Cavallino che, a quanto pare sarebbe già azzoppato e in condizioni preoccupanti, mentre a casa di Hamilton e Bottas avrebbero trovato un modo per rendere il loro motore ancora più potente e affidabile di quello della W10.

Le Ferrari di Sebastian Vettel e Charles Leclerc (Foto Ferrari)
Le Ferrari di Sebastian Vettel e Charles Leclerc (Foto Ferrari)

Chiara Rainis