Moto3, Tony Arbolino e l’ipotesi sul futuro di Jorge Lorenzo

Tony Arbolino punta al titolo Moto3 nella stagione 2020. Il sogno? Avere Jorge Lorenzo come personal coach.

photo Instagram

Tony Arbolino correrà la sua quarta stagione in Moto3 con la Honda dello Snipers Team. Il 19enne milanese è considerato una promessa per il futuro del motociclismo italiano e nel 2019 ha dato prova di che pasta è fatto. 5 podi, 2 vittorie e 4° posto finale, merito anche di una preparazione atletica condotta al fianco di Jorge Lorenzo nella tranquilla Lugano.

Sarà un 2020 carico di aspettative per Tony Arbolino che cerca il salto di categoria quanto prima. Ha sfiorato il podio iridato lo scorso anno a causa di problemi muscolari alle braccia, ancora di dubbia provenienza. “Spero che questo problema non si ripresenti e penso davvero che sia stato un caso. È un peccato aver avuto questo problema, mi sentivo molto più forte di Canet e di Ramirez però alla fine è andata com’è andata”, ha detto in un’intervista sul sito ufficiale Motogp.com.

Lorenzo-Arbolino coppia fissa?

Sebbene venga additato come uno dei favoriti per il titolo Moto3 2020 Tony Arbolino preferisce non fare anticipazioni, un po’ per umiltà, un po’ per scaramanzia. “Siamo concentrati su ogni singolo appuntamento, lavoreremo gara per gara”. Nativo di Milano, ha preferito lasciare la sua terra e l’Emilia Romagna per allenarsi altrove. “Per allenarmi in pista vado in Spagna perché è più caldo e c’è molta competizione. Poi mi piace Lugano perché ho molto tempo per pensare a come migliorarmi e a come migliorare la moto. Ho meno distrazioni”.

Leggi anche -> Un tifoso riprende Lorenzo, lui gli risponde a tono (FOTO)

Il ritorno in pista è prevista tra il 19 e il 21 febbraio per il primo test ufficiale a Jerez. Il sogno? Avere Jorge Lorenzo come coach. Jorge mi ha dato la possibilità di allenarmi col suo preparatore Ivan Lopez che mi ha cambiato tanto. Mi ha insegnato come preparare un campionato, una gara, mi ha fatto capire quella che è la percezione della fatica, del sacrificio e questo mi ha permesso di crescere moltissimo”, ha spiegato Tony Arbolino. Mai pensato di averlo come coach?Magari! La prossima volta che lo vedo provo a lanciargli la battuta ma non voglio intromettermi nelle sue decisioni. Certo, per me sarebbe un sogno”.

Jorge Lorenzo
Jorge Lorenzo (getty images)