F1 | La F1 è pronta a prendere il via nel 2020. Intanto però un GP è sempre più in serio pericolo e potrebbe essere eliminato dal calendario.

GP Cina (Getty Images)
GP Cina (Getty Images)

Il nuovo Mondiale di F1 è ormai alle porte. Lo start è stato fissato per il 15 marzo a Melbourne. Come avviene ormai da diversi anni, infatti, ad aprire le danze ci penserà il Gp d’Australia, una gara, mai come in questa stagione, ricca di significati. Il continente, infatti, in questi ultimi mesi è stato letteralmente martoriato dagli incendi.

In tanti si stanno prodigando per aiutare il popolo australiano e anche la F1 non è voluta essere da meno mettendosi a disposizione con svariate iniziative. In particolare alcuni piloti hanno messo in vendita propri cimeli per finanziare le operazioni di soccorso.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

La Cina è in apprensione

Nonostante questa situazione critica, ad oggi, il Gran Premio non è assolutamente in discussione. Diverso è invece il discorso in Cina, dove si dovrebbe correre il prossimo 19 aprile a Shanghai.

La paura è tanta per il nuovo virus che ha colpito la Cina tanto che il Governo ha interdetto tutti gli eventi sportivi sino ad aprile per evitare la propagazione della malattia che già tanti morti ha fatto. Per ora non si conoscono ulteriori dettagli, ma l’impressione è che qualora dovesse prolungarsi la quarantena a quel punto il GP di Cina di F1 sarebbe seriamente a rischio. La speranza è che il popolo cinese riesca a debellare al più presto questa malattia così da regalarsi un weekend di divertimento con le monoposto più veloci del mondo.

Antonio Russo

Spalti Cina (Getty Images)
Spalti Cina (Getty Images)