Aggredisce con un coltello un giovane padre: il movente è agghiacciante

0
82

Un uomo di 76 anni è stato arrestato a Limbiate con l’accusa di tentato omicidio per aver accoltellato il vicino di casa sul pianerottolo. Ai militari, l’uomo avrebbe raccontato di essere stanco dei pianti del figlio del vicino.

Coltello
(foto dal web)

Tragedia sfiorata a Limbiate, comune in provincia di Monza e della Brianza, dove un anziano di 76 anni avrebbe accoltellato il giovane vicino di casa con cui da circa un anno aveva dei conflitti. Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, il 76enne dopo i litigi, scaturiti per i pianti del figlio del vicino, ha atteso quest’ultimo sul pianerottolo e lo ha colpito più volte con un coltello da 30 centimetri. A fermare l’anziano che stava per sferrare un’altra coltellata al giovane padre è stato un altro vicino di casa, anch’egli raggiunto da un fendente durante la colluttazione. Sul posto sono arrivati i carabinieri che hanno arrestato il 76enne accusato di tentato omicidio.

Limbiate, anziano accoltella il giovane vicino di casa: il movente legato ai litigi per i pianti del figlio del 30enne

Un anziano di 76 anni ha aggredito e accoltellato il vicino di casa perché stanco dei pianti del figlio piccolo di quest’ultimo. È accaduto ieri mattina, mercoledì 22 gennaio, poco dopo le 7 a Limbiate, comune in provincia di Monza e della Brianza. Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, come riporta la redazione de Il Corriere della Sera, l’anziano avrebbe atteso il 30enne, con cui litigava da circa un anno per i pianti del figlio piccolo, sul pianerottolo del condominio e quando il giovane padre è uscito per andare a lavoro lo ha aggredito sferrandogli una coltellata all’avambraccio con un coltello da 30 centimetri. Il ragazzo ha cercato di fuggire, ma il 76enne lo ha raggiunto e lo ha colpito nuovamente, ferendolo all’addome. L’anziano aggressore stava per sferrare una terza coltellata al 30enne, ma, come riporta Il Corriere della Sera, un altro vicino di 50 anni è intervenuto per fermarlo, rimanendo anch’egli ferito con una coltellata di striscio alla spalla. L’uomo, a cui è stato trovato un secondo coltello in tasca, è stato arrestato dai carabinieri di Desio con l’accusa di tentato omicidio. Ai militari, riporta Il Corriere, l’uomo avrebbe raccontato di non riuscire più a dormire per i pianti del bambino dei vicini che, a suo dire, gli avrebbero reso impossibile la vita. I due feriti sono stati trasportati presso l’ospedale di Garbagnate Milanese, dove ora si trovano ricoverati sotto controllo dei medici.

Leggi anche —> Coronavirus, per gli esperti il nuovo ceppo sarebbe più contagioso della Sars

Carabinieri
Carabinieri (foto dal web)