Maxi richiamo Honda-Toyota: coinvolte oltre 5mln di auto

Circa 6 milioni di auto Honda e Toyota in tutto il mondo saranno soggette ad un richiamo per un problema all’airbag. L’Italia non è coinvolta.

photo dal web

Brutte notizie per milioni di clienti Honda e Toyota che dovranno potare le loro auto in officine autorizzate per un maxi richiamo. Toyota ha richiamato oltre 3,4 milioni di veicoli in tutto il mondo, ad esclusione di Giappone ed Europa) per un presunto problema all’airbag. Ad essere interessati i modelli Matrix, Corolla (il modello più venduto al mondo), Avalon e Avalon Hybrid venduti in Nord America, Centro America e America Latina tra il 2011 e il 2018. All’attenzione della casa nipponica un’unità di controllo elettronica probabilmente mancante di una protezione adeguata

Secondo un portavoce della Honda questo piccolo difetto potrebbe causare un “dispiegamento incompleto o mancato degli airbag e ostacolare anche il funzionamento dei pretensionatori delle cinture di sicurezza”. Il richiamo consiste nell’installazione di un filtro antirumore tra il modulo di controllo dell’airbag e il suo cablaggio.

Il richiamo Honda

Per quanto riguarda la casa motoristica Honda il richiamo potrebbe interessare 2,7 milioni di automobili di cui 2,4 milioni negli Stati Uniti e 300.000 in Canada. Secondo la nota ufficiale alcune Acura prodotte tra il 1996 e il 2003 potrebbero avere dei dispositivi di gonfiaggio degli airbag Takata difettosi in quanto prodotti senza le “guarnizioni appropriate” necessarie per il loro corretto dispiegamento.

Questo è solo uno degli ultimi capitoli che vede coinvolti l’azienda Takata che produceva airbag ed è finita in bancarotta. Il marchio ha costretto al richiamo complessivo di decine di milioni di veicoli e coinvolgendo 34 marchi diversi, tra cui anche Ferrari.