Come andare in pensione prima dei 67 anni

0
395

Come fare per andare in pensione prima dei 67? Oltre a quota 100 ci sono altre soluzioni che permettono il prepensionamento. Vediamo quali sono.

Come andare in pensione prima dei 67 anni
Uomo anziano al lago (foto Pixabay)

Ad oggi alla pensione di vecchiaia si accede con almeno 67 anni di età e 20 anni di contributi e anche nel biennio 2021-2022 questi minimi per accedervi rimarranno invariati. 

Inoltre basterà aver versato 30 anni di contributi per poter andare in pensione prima: alcune categorie di lavoratori quest’anno maturano il requisito per la pensione di vecchiaia a 66 anni e 7 mesi di età. Si tratta di chi svolge lavori gravosi e degli addetti alle lavorazioni usuranti.

Inoltre, fino al 31 dicembre 2021 si possono maturare i 62 anni di età e i 38 anni di contributi che consentono di andare in pensione con quota 100.

In questo caso tra la maturazione del diritto e il primo assegno trascorrono 3 mesi o 6 mesi di finestra a seconda che si tratti di lavoratore privato o pubblico. E di quei 38 anni almeno 35 anni devono essere di contributi effettivi.

Leggi anche —>Come andare in pensione nel 2020

Altri modi per andare in pensione prima dei 67 anni

La pensione anticipata non considera invece gli anni di anzianità ma i contributi versati che per gli uomini devono essere almeno 42 e 10 mesi e per le donne 41 anni e 10 mesi.

A ciò si deve di nuovo aggiungere che deve trattarsi di 35 anni di contributi effettivi: non valgono quelli figurativi riconosciuti in caso di disoccupazione e malattia. Inoltre, anche in questo caso bisogna attendere 3 mesi di finestra mobile.

Infine, la Pensione anticipata contributiva é una via percorribile da chi ha iniziato a versare i contributi dal 1996 ed è interamente soggetto al metodo di calcolo contributivo. È necessario quindi avere 64 anni di età (requisito della vecchiaia ordinaria ridotto di 3 anni), 20 anni di contributi, e un assegno previdenziale di importo pari almeno a 2,8 volte l’assegno sociale (quindi 1.287,52 euro quest’anno). 

Tuttavia, per avere 64 anni di età e 20 di contributi post 1995 si deve aver iniziato a lavorare tardi: a circa quarant’anni. Per tale motivo quest’ultima è una via poco battuta.