Flavio Briatore rivela: “Potevo andare a dirigere la Ferrari”

Flavio Briatore ha rivelato un retroscena: per ben due volte fu vicino a passare alla Ferrari come team principal. E sulla F1 2019: “Poteva vincere Alonso”

Flavio Briatore (Foto Lars Baron/Getty Images)
Flavio Briatore (Foto Lars Baron/Getty Images)

Un’intervista piena zeppa di retroscena, quella che Flavio Briatore ha concesso ai microfoni di Autosprint. A partire, forse, dal più ghiotto di tutti: la rivelazione che in ben due occasioni l’ex team principal pluri-iridato con Benetton e Renault fu vicino a passare alla Ferrari.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

“La prima volta fu tra il 1994 e il 1995”, ha spiegato il 69enne manager piemontese. “Parlai seriamente il Dottor Umberto Agnelli, ma ero troppo impegnato con la Benetton, con la quale avevo anche una partecipazione del 30% nel team. In tempi più recenti ho parlato con Luca di Montezemolo quando era presidente della Ferrari, ma non siamo riusciti a trovare, come si usa dire, una quadra”.

Briatore: Alonso poteva vincere il Mondiale 2019

Briatore è poi passato ad esprimere le sue opinioni, come sempre originali e al vetriolo, sulla Formula 1 di oggi. Secondo Flavio, il principale merito degli ultimi titoli mondiali vinti va alla macchina costruita dalla Mercedes, più che al pilota: tanto che perfino Fernando Alonso, con quella vettura, si sarebbe laureato campione.

“La Mercedes è una corazzata invincibile”, ha proseguito. “Almeno cinque o sei piloti, compreso Alonso, avrebbero vinto il titolo con la macchina del 2019. Senza nulla togliere a Hamilton, perché poi bisogna anche battere il compagno che ti trovi accanto e precedere Lewis è una impresa”.

Quanto alla coppia di piloti potenzialmente esplosiva della Ferrari, con l’emergente Charles Leclerc al fianco del blasonato Sebastian Vettel, che partiranno allo stesso livello senza gerarchie predefinite, il parere di Briatore è chiaro: “In Ferrari giustamente Leclerc e Vettel scatteranno alla pari, ma dopo cinque gare bisognerà stabilire su chi puntare”.

Leggi anche —> Briatore rimprovera Max Verstappen: “Deve chiudere il becco”

Flavio Briatore sullo sfondo di Luca di Montezemolo, ex presidente della Ferrari (Foto Clive Mason/Getty Images)
Flavio Briatore sullo sfondo di Luca di Montezemolo, ex presidente della Ferrari (Foto Clive Mason/Getty Images)