Disposta la sospensione di un farmaco: rischio correlazione con il cancro

0
11006

L’Ema ha raccomandato ai pazienti la sospensione del farmaco Picato, gel per il trattamento della cheratosi attinica, per una sospetta correlazione con il cancro alla pelle.

Farmaci ritirati
(foto dal web)

L’Agenzia Europea dei Medicinali (Ema) ha raccomandato, attraverso un avviso pubblicato sul proprio sito internet, ai pazienti di smettere di utilizzare un gel per il trattamento della cheratosi attinica della pelle, una lesione precancerosa dell’epidermide. Nello specifico si tratta del medicinale Picato (ingenolo mebutato), su cui l’agenzia sta svolgendo una revisione della sicurezza. Il comitato di sicurezza dell’Ema (Prac), come riporta lo stesso avviso, sta attualmente svolgendo un’analisi sui dati sul cancro della pelle nei soggetti che hanno usato Picato temendo una possibile correlazione.

L’Ema sospende in via precauzionale il gel Picato per il trattamento della cheratosi attinica: possibile correlazione con l’incremento del cancro della pelle

È stato sospeso dall’Agenzia Europea dei Medicinali (Ema) un medicinale poiché si teme che quest’ultimo possa incrementare il rischio di cancro della pelle. Nello specifico, l’Agenzia, con un avviso pubblicato sul proprio sito, ha raccomandato ai pazienti di non utilizzare il farmaco Picato, un gel per il trattamento della cheratosi attinica della pelle, ovvero una lesione precancerosa dell’epidermide, mentre prosegue la revisione della sicurezza sul medicinale. Come riporta l’avviso, il comitato di sicurezza dell’Ema (Prac), sta esaminando i dati sul cancro della pelle nei soggetti che hanno usato Picato. I risultati finali di uno studio che messo a confronto il farmaco in questione con imiquimod, altro medicinale indicato per il trattamento della cheratosi attinica, hanno fatto emergere una maggiore presenza di cancro della pelle nell’area di trattamento con Picato rispetto a imiquimod. L’Agenzia ha precisato in merito che “sebbene permangano incertezze, vi è preoccupazione per un possibile legame tra l’uso di Picato e lo sviluppo del cancro della pelle. Il Prac ha pertanto raccomandato di sospendere l’autorizzazione all’immissione in commercio del medicinale come precauzione e ha osservato che sono disponibili trattamenti alternativi“. Il Prac, dunque, proseguirà la revisione in merito e l’Ema fornirà una guida aggiornata ai pazienti e agli operatori sanitari. Terminata la revisione, ha precisato, l’Agenzia inoltrerà le raccomandazioni al comitato per i medicinali per uso umano (CHMP) che fornirà un parere prima di un eventuale decisione della Commissione europea.

Leggi anche —> Ritirato noto farmaco contro l’herpes: la decisione della società farmaceutica