La Aprilia ha scelto: quale pilota sostituirà Andrea Iannone in sella

Sarà l’italiano Lorenzo Savadori, del tutto a digiuno di MotoGP, a sostituire Andrea Iannone in sella alla Aprilia nei test pre-campionato di Sepang

La Aprilia RS-GP di Andrea Iannone (Foto Aprilia)
La Aprilia RS-GP di Andrea Iannone (Foto Aprilia)

La sorte di Andrea Iannone nel caso doping che lo ha colpito, è ancora da definire: il 4 febbraio il Maniaco sarà ascoltato dai giudici della Corte disciplinare internazionale, poi arriverà la sentenza. Ma, nel caso in cui scatterà la squalifica, come in molti temono, la Aprilia ha già deciso il nome dei suoi sostituti.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Nei Gran Premi scenderà in pista al suo posto il collaudatore Bradley Smith, ma nei test, dove l’inglese sarebbe stato impegnato in ogni caso, la terza moto sarà invece affidata ad un nome nuovo: Lorenzo Savadori. La scelta della Casa di Noale è ricaduta proprio sul 26enne di Cesena, che ha scalzato gli altri contendenti alla sella: dall’ex pilota di MotoGP Karel Abraham alla vecchia gloria Max Biaggi.

Leggi anche —> Biaggi spegne i sogni dei tifosi: si tira indietro dalla Aprilia MotoGP (VIDEO)

Savadori sulla Aprilia MotoGP

Savadori è infatti stato per anni legato ai colori della Aprilia, con cui corse prima in classe 125 dal 2008 al 2010, poi nel Mondiale Superbike dal 2016 al 2018. L’anno passato è tornato nel paddock del Motomondiale, ma nel neonato campionato elettrico di MotoE, con il team Gresini. I vertici della Casa di Noale hanno dunque, evidentemente, preferito la sua giovinezza e la sua fedeltà al marchio rispetto all’esperienza della classe regina che potevano garantire gli altri piloti in lizza.

Il punto debole di Savadori è infatti che lui non è mai salito prima d’ora su una MotoGP. Per questo motivo la Aprilia ha predisposto per lui un avvicinamento morbido alla RS-GP: dal 7 febbraio, quando a Sepang scatteranno i test pre-campionato, lui sarà impegnato con il modello dello scorso anno, soprattutto per prendere familiarità con la moto e con le gomme. Poi si vedrà come potrà proseguire il suo lavoro. Nella speranza che, comunque, a Iannone arrivi una sentenza favorevole e che il pilota di Vasto possa riprendersi al più presto il suo posto in pista.

Leggi anche —> Iannone, fissata la data del processo: ecco quando finirà davanti ai giudici

Lorenzo Savadori (Foto Mirco Lazzari gp/Getty Images)
Lorenzo Savadori (Foto Mirco Lazzari gp/Getty Images)