Biaggi nella Hall of Fame MotoGP: non ci avranno messo un po’ troppo?

MotoGP | Max Biaggi al Mugello verrà inserito nella Hall of Fame della MotoGP. Un traguardo importantissimo che però forse arriva con un po’ di ritardo.

Max Biaggi (Getty Images)
Max Biaggi (Getty Images)

Max Biaggi in questa stagione entrerà finalmente nella Hall of Fame della MotoGP, ma non ci avranno messo un po’ troppo? Il pilota capitolino, infatti, si è ritirato dal Motomondiale nel 2005 e dalla SBK nel 2012. Insomma ne sono passati di anni prima che qualcuno si accorgesse di lui e decidesse di dargli questo riconoscimento.

Per fare un parallelo con qualche altro pilota ad esempio Dani Pedrosa è entrato nella Hall of Fame l’anno scorso, immediatamente dopo essersi ritirato. Max Biaggi, invece, ha dovuto attendere un bel po’ prima di ricevere questo meritato riconoscimento. Il pilota romano, infatti, vanta nel Motomondiale: 4 titoli iridati in 250 (record insieme a Phil Read), 42 vittorie, 111 podi e 56 pole.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Capirossi ancora assente

Se consideriamo poi anche la SBK, Biaggi ha portato a casa: 2 Mondiali, 21 vittorie, 71 podi e 5 pole. Insieme all’americano John Kocinski è anche l’unico pilota che è stato capace di vincere sia con le derivate di serie che con le moto prototipo.

Insomma possiamo dire senza mezzi termini che probabilmente Max Biaggi avrebbe meritato questo importante riconoscimento già diversi anni fa, ma meglio tardi che mai. Tra gli italiani ancora orfani di questo riconoscimento sicuramente fa rumore anche l’assenza di Loris Capirossi, che è ancora oggi il rider più giovane capace di vincere un titolo iridato nel Motomondiale.

Leggi anche —> Max Biaggi e Jorge Lorenzo: destini incrociati nel 2020

Antonio Russo

Biaggi (Getty Images)
Biaggi (Getty Images)