Volkswagen: “L’era delle case automobilistiche tradizionali è finita”

volkswagenL’industria automobilistica sta cambiando.

La Ford produrrà una Mustang elettrica a quattro porte. General Motors farà risorgere Hummer come marchio di SUV elettrico. Google sta sviluppando le auto con guida autonoma. È un momento strano, e il CEO del gruppo Volkswagen, Herbert Diess, dice che potrebbe vedere la sua azienda seguire la strada della Nokia se non si adatta abbastanza velocemente ai nuovi cambiamenti, secondo Reuters. Le case automobilistiche sono in difficoltà e la loro futura sopravvivenza finanziaria potrebbe essere in pericolo.

Diess ha espresso dubbi sulla capacità di Volkswagen di adattarsi a un settore in continua evoluzione a questo rito, dicendo ieri ai senior manager di VW: “Se continuiamo alla velocità attuale, sarà molto dura”. Ha aggiunto: “L’era delle case automobilistiche classiche è finita“.

Parte del piano di VW per posizionarsi meglio comporta l’aumento del suo valore di mercato dagli attuali 91 miliardi di euro a 200 miliardi di euro. Ciò significa che la casa automobilistica cercherà di tagliare i costi, ridurre la complessità e investire in nuove tecnologie. VW potrebbe risparmiare denaro con le sue operazioni in Germania, ha detto Diess. L’azienda ridurrà la spesa per la ricerca e sviluppo sulle celle a combustibile, riducendo al contempo i costi con i suoi servizi di mobilità. Un’altra strada per il Gruppo VW è quella di spostare l’attenzione dal volume ai profitti.

La seconda decade del 2000 ha visto l’industria automobilistica fare un passo indietro da un pericoloso precipizio grazie alla recessione globale del 2008. Per alcuni, è stato un promemoria di quanto velocemente anche la più grande delle navi può affondare – o incagliarsi. Il 2020 potrebbe vedere cambiamenti sismici all’interno del settore. Mentre le auto elettriche e le auto a guida automatica faranno miracoli per ridurre l’inquinamento atmosferico e aumentare la sicurezza.