Lindsee Louise Leonardo, la madre del bambino di 11 mesi morto annegato nella vasca da bagno, si è giustificata dicendo di aver lasciato il figlio per fumare una sigaretta.

Bambino
(Getty Images)

Una donna di 32 anni del Tennessee, negli Stati Uniti, è finita in carcere con l’accusa di omicidio di primo grado. La donna, Lindsee Louise Leonardo, secondo gli inquirenti sarebbe responsabile della morte del figlio di 11 mesi, deceduto annegando nella vasca da bagno, dove era stato lasciato insieme alla sorellina di appena due anni per diversi minuti. La 32enne si sarebbe giustificata con gli investigatori, spiegando di essersi allontanata per alcuni minuti perché voleva concedersi un po’ di tempo per sé fumando una sigaretta.

Leggi anche —> Lutto nel mondo della danza: giovane ballerina muore per una meningite

Bambino di soli 11 mesi muore nella vasca da bagno: la mamma lo aveva lasciato insieme alla sorellina per fumare una sigaretta

Voleva un po’ di tempo per sé fumando una sigaretta ed ascoltando della musica con il proprio smartphone. Così Lindsee Louise Leonardo, una donna di 32 anni del Tennessee, negli Stati Uniti, si è giustificata con gli inquirenti, dopo essere finita in carcere con l’accusa di omicidio di primo grado nella morte del figlio di soli 11 mesi. Come riporta la redazione del quotidiano britannico Daily Mail, la donna avrebbe raccontato di aver lasciato per alcuni minuti il piccolo Aiden nella vasca da bagno insieme alla sorellina di 23 mesi. Una volta tornata in bagno si è accorta che il piccolo galleggiava in acqua ed ha allertato i soccorsi che, giunti sul posto hanno trasportato il bimbo in ospedale, dove purtroppo, nonostante i tentativi dei medici per salvargli la vita, è deceduto dopo alcuni giorni di agonia. La donna, che in passato era già stata denunciata per abusi su minori, è finita in carcere e, secondo i dati dell’ufficio dello sceriffo della contea di Knox, la sua cauzione è stata fissata a 250mila dollari. Come riporta la redazione del Daily Mail, l’udienza preliminare è stata fissata il prossimo 21 gennaio.

Leggi anche —> Bambina muore dopo due giorni di agonia: stava giocando fuori casa

Polizia statunitense
Polizia statunitense (Getty Images)