Carlos Sainz riprende saldamente il controllo della Dakar 2020 nella decima tappa, mentre Alonso si ribalta. Nelle moto sempre più leader Ricky Brabec

Carlos Sainz sulla sua Mini alla Dakar 2020 (Foto Flavien Duhamel/Red Bull)
Carlos Sainz sulla sua Mini alla Dakar 2020 (Foto Flavien Duhamel/Red Bull)

Carlos Sainz torna padrone della Dakar 2020. Il tentativo di rimonta avviato nella tappa precedente dai suoi diretti rivali Nasser Al-Attiyah e Stéphane Peterhansel è stato prontamente stroncato dal due volte vincitore della gara, che ha riguadagnato su di loro oltre dieci minuti di vantaggio durante la tappa 10. La frazione, che ha portato la carovana da Haradh a Shubaytah, è stata interrotta anticipatamente dopo 345 km a causa del deterioramento delle condizioni meteo e dei forti venti che si sono sollevati.

L’ex bicampione del mondo rally spagnolo ha portato a casa un’altra vittoria fondamentale, chiudendo con tre minuti di vantaggio sul polacco Kuna Przygonski e quattro su Giniel de Villiers. Ma le posizioni più rilevanti, ai fini della classifica generale, sono state quelle di Peterhansel, decimo, e di Al-Attiyah, solo diciassettesimo. Grazie a questi risultati, ora Sainz ha ripreso saldamente il controllo della gara, portando da soli 24 secondi a 18 minuti il margine sulla Toyota del qatarino e sulla Mini gemella del francese. Da sottolineare anche il ribaltamento della vettura di Fernando Alonso, protagonista di un incidente che lo ha fatto precipitare al quattordicesimo posto assoluto ad oltre quattro ore e mezza.

Leggi anche —> Alonso pungente: “Aspettavano tutti un mio incidente”

Dakar, nelle moto sempre più forte Brabec

La tappa di oggi, la numero 11, potrebbe essere l’ultima importante chance per provare a riprendere la fuga di Sainz: poi resterà solo l’ultima frazione di venerdì, di appena 447 km, che porterà al traguardo di Qiddiya. Nelle moto doppietta della Honda, con la vittoria di Barreda e il secondo posto dell’americano Ricky Brabec, che aumenta ulteriormente il suo vantaggio sul cileno Pablo Quintanilla, che ora ammonta a ben 25 minuti. Sempre quarto il campione in carica Toby Price. Quella di ieri era la prima delle due parti della tappa marathon, dunque i concorrenti non hanno potuto giovarsi dell’assistenza dei loro meccanici durante la notte e hanno provveduto da soli alle eventuali riparazioni prima di affrontare altri 379 km che li portano oggi ad Haradh.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Ricky Brabec sulla Honda alla Dakar 2020 (Foto Eric Vargiolu/Dppi)
Ricky Brabec sulla Honda alla Dakar 2020 (Foto Eric Vargiolu/Dppi)