Dakar, il team del pilota tragicamente scomparso abbandona la gara

Il costruttore indiano Hero, per il quale correva il motociclista portoghese Paulo Gonçalves, scomparso ieri, ha deciso di abbandonare la Dakar 2020

Paulo Gonçalves, il pilota morto ieri, in sella alla Hero nella Dakar 2020 (Foto Florent Gooden/Dppi)
Paulo Gonçalves, il pilota morto ieri, in sella alla Hero nella Dakar 2020 (Foto Florent Gooden/Dppi)

Il costruttore indiano Hero, la squadra per la quale correva Paulo Gonçalves, ha preso la decisione di ritirarsi in blocco dalla Dakar 2020 in segno di rispetto per il dramma che ha visto vittima il suo pilota di punta. Il motociclista portoghese era passato a difendere i colori della Hero a metà della scorsa stagione, dopo aver corso per anni con la Honda, concludendo anche al secondo posto la Dakar 2015 alle spalle di Marc Coma.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

“L’intero team Hero MotoSports è in lutto profondo a seguito della tragica scomparsa del nostro pilota Paulo Gonçalves domenica. Con immenso rispetto per il nostro compagno di squadra scomparso, la Hero MotoSports non proseguirà la sua partecipazione alla Dakar 2020. Gli altri piloti, insieme ai vertici del team e allo staff di supporto, si unisce alla famiglia di Paulo nel lutto”, si legge nel comunicato stampa ufficiale redatto dalla scuderia. Tutti i mezzi di supporto della squadra sono già ripartiti per Jeddah.

Leggi anche —> Morte alla Dakar. Quando l’esperienza non basta a salvarti

Dakar, il lutto della Hero per Gonçalves

Del team faceva parte anche il cognato di Gonçalves, Joaquim Rodriguez, che però era stato costretto al ritiro già nella prima tappa e da allora aveva proseguito la gara nella classe Dakar Experience. Nelle ultime tre edizioni della storica maratona del deserto, il marchio indiano era sempre entrato nelle prime dieci posizioni, ma proprio con l’ingaggio della star Gonçalves si aspettava di fare il salto di qualità, e in effetti era entrata nella top ten già in tre tappe in questa prima metà della corsa.

Il portoghese, però, ha concluso nel modo più tragico la sua partecipazione quando è caduto durante la frazione che dalla capitale Riyadh, dove la carovana si è fermata per il giorno di riposo, lo avrebbe dovuto portare a Wadi Al Sawasir. Gonçalves ha subìto un arresto cardiaco e inutile si è rivelato il tentativo di elitrasportarlo all’ospedale di Layla, dove è stato dichiarato morto al suo arrivo. L’organizzazione della Dakar ha deciso di cancellare l’ottava tappa in segno di lutto per le moto e i quad.

Leggi anche —> Gonçalves, l’ultima tragedia di una lunga scia di sangue e morti alla Dakar

Paulo Gonçalves, il pilota morto ieri, in sella alla Hero nella Dakar 2020 (Foto Eric Vargiolu/Dppi)
Paulo Gonçalves, il pilota morto ieri, in sella alla Hero nella Dakar 2020 (Foto Eric Vargiolu/Dppi)