La rivelazione a Verissimo di una nota cantante: il tentativo di suicidio

0
1727

Katia Ricciarelli, ospite dell’ultima puntata di Verissimo, ha parlato della sua vita privata e della sua adolescenza: a sconvolgere lo studio la confessione di aver tentato il suicidio dopo una delusione.

Silvia Toffanin lutto
Silvia Toffanin lutto FOTO tuttomotoriweb

Katia Ricciarelli, ex moglie di Pippo Baudo e cantante lirica di fama mondiale, è stata ospite nel corso dell’ultima puntata di Verissimo andata in onda sabato 11 dicembre scorso. La bella soprano è seduta e Silvia Toffanin spiega il motivo: un risentimento al ginocchio, causato da un piccolo incidente, che però la Ricciarelli dice di essere già in via di guarigione. Radiosa ed energica, la Ricciarelli si mostra in splendida forma, accompagnata dalla sua notoria classe. Dopo aver visto il canonico servizio manato in onda dal programma riguardante la propria vita, però, i toni cambiano radicalmente quando si inizia a parlare della sua difficile infanzia. La padrona di casa Silvia Toffanin è rimasta sconvolta nell’apprendere che la soprano da giovane avrebbe tentato il suicidio a seguito di una grave delusione. Un prete che si occupava della sua formazione si sarebbe invaghito di lei e non potendo averla per sé e non volendo che nessun altro le si avvicinasse, l’avrebbe convinta a divenire suora. Realizzato il secondo fine da parte del mentore, Katia Ricciarelli si sarebbe sentita così delusa da tentare il suicidio. La rivelazione ha ovviamente commosso il pubblico e Silvia Toffanin: i toni sono stati smorzati dal proseguo del racconto della Ricciarelli la quale ha affermato che il benedettino, andato a trovarla in ospedale dopo l’occorso, avrebbe ricevuto da lei un forte ceffone.

Katia Ricciarelli, la confessione a Verissimo sul suicidio: delusa dal suo mentore

Un racconto che ha sconvolto Silvia Toffanin ed il pubblico di Verissimo quello reso da Katia Ricciarelli nel corso dell’ultima puntata del programma andato in onda lo scorso sabato 11 gennaio. La soprano nota in tutto il mondo, nonché ex moglie del presentatore Pippo Baudo, ha parlato di un traumatico avvenimento. Quando aveva appena compiuto 17 anni, si recò a Venezia per completare i suoi studi al Conservatorio. Li incontrò un giovane monaco benedettino; l’uomo da cui prendeva lezioni di canto gregoriano, ben presto si rivelò tutt’altro che un mentore.

Katia Ricciarelli racconta: “Voleva tirarmi via dal mondo, per non avermi né lui né gli altri. Quando me ne accorsi che lui mentiva mi dissi : ‘ma se anche uno come lui mente c’è qualcosa che non va’“. Una dichiarazione già di per sé sconvolgente alla quale ne è seguita una ancor più tragica: capite le vere intenzioni del monaco cadde in un buco nero. La Toffanin le ha chiesto, allora, se fosse vero che avesse tentato il suicidio e la Ricciarelli ha confermato: “Per me è stato un trauma pazzesco, rimasi distrutta, avevo fiducia verso di lui. Un’infanzia come la mia senza un padre…”.

Una dichiarazione che ha spiazzato il pubblico e la padrona di casa, ma che si è risolta con una battuta della Ricciarelli la quale ha affermato che in ospedale, raggiunta dal benedettino, lei furiosa gli avrebbe tirato un ceffone. A riscaldare il cuore del pubblico di certo il racconto del rapporto con la madre. Proprio quest’ultima l’avrebbe indirizzata verso il canto e sostenuto ogni sua scelta artistica. Della madre dipinge il ritratto di donna forte e fiera, rimasta sola ed allontanata dalla famiglia dopo aver rivelato di essere incinta di Katia. Una donna che nella sua solitudine, racconta la Ricciarelli, ha dovuto affrontare anche la morte di una figlia di soli 29 anni. Di suo padre, invece, la Ricciarelli non avrebbe felici ricordi. Non l’avrebbe mai incontrata, rivela a Verissimo la soprano, se non una volta per caso quando lui era ormai anziano ed in fin di vita. La Ricciarelli si trovava in un ospedale per un concerto di beneficenza e lì l’uomo si trovava ricoverato. La madre della cantante, per stessa ammissione di quest’ultima, non avrebbe mai voluto che la figlia incontrasse il padre a causa del suo atteggiamento: “Non voleva assolutamente che lo vedessi, e che lui soprattutto vedesse me. Perché si era comportato in maniera non corretta. Porto, con orgoglio, il cognome di mia madre“.

L’intervista si chiude con una promessa di Katia Ricciarelli, tornare a Verissimo e parlare di amore: la nota soprano è stata amata, ha amato ma ammesso di essere stata sempre un po’ gelosa della propria carriera. Non ha mai voluto rinunciare ai sacrifici sia suoi che di sua madre per un uomo. Non perché questa fosse un’imposizione della donna che l’aveva cresciuta, la quale chiedeva qualcosa in cambio, ma perché era un impulso naturale che le proveniva da dentro.

Leggi anche —> La prima eclissi lunare dell’anno e del decennio: occhi puntati al cielo

Katia Ricciarelli
Katia Ricciarelli in studio a Verissimo (screenshot)