Orari della F1 in tv. Ecco cosa cambierà nel 2020

0
844

LA FIA ha reso note alcune novità relative agli orari della F1 del 2020. Modificato anche l’inizio delle qualifiche di Silverstone.

F1 (©Getty Images)

E’ stato ufficializzato venerdì sera il calendario del Circus con annessi orari delle sessioni e dei gran premi. Tre le principali modifiche che interessano gli spettatori.

Rispetto allo scorso anno le gare di Inghilterra e Texas saranno posticipate di un’ora, il che significa che scatteranno rispettivamente alle 16:10 e 20:10 italiane. Per quanto concerne Silverstone il ritocco è stato operato altresì alle qualifiche che dalle 14 sono state spostate alle 15. Medesima scelta riguardo il sabato pure per il round della Cina.

All’opposto, il Brasile ha optato per anticipare la corsa. Sui nostri schermi la vedremo alle 18:10 e non più alle 19:10.Questo come antipasto di ciò a cui assisteremo nel 2021 quando le attività in pista cominceranno più tardi.

In 16 dei 22 appuntamenti iridati la prima sessione di prove libere prenderà il via alle 11 locali, compresi la Cina, il Canada, il Regno Unito e il Messico che lo scorso mondiale avevano fissato lo start dell’FP1 alle 10. Le uniche eccezioni saranno l’Australia, il Bahrain, l’Azerbaijan, Singapore ed Abu Dhabi.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

La programmazione della new entry Vietnam, in calendario il 5 aprile, ricalcherà quella di Shanghai, ma a fronte della differenza di fuso orario anziché alle 8:10 il GP spegnerà i semafori alle 9:10 italiane.

Infine ancora nessun dettaglio è stato diffuso sul round del Giappone. Collocato come di prassi dopo la Russia, forse a causa degli episodi di maltempo vissuti lo scorso ottobre che ne avevano stravolto la tabella di marcia, la Federazione non ha ancora deciso il da farsi.

GPOrario italiano
Australia15 marzo06:10
Bahrain22 marzo16:10
Vietnam5 aprile09:10
Cina19 aprile08:10
Olanda3 maggio15:10
Spagna10 maggio15:10
Monaco24 maggio15:10
Azerbaijan7 giugno14:10
Canada14 giungo20:10
Francia28 giungo15:10
Austria5 luglio15:10
Gran Bretagna19 luglio16:10
Ungheria2 agosto15:10
Belgio30 agosto15:10
Italia6 settembre15:10
Singapore20 settembre14:10
Russia27 settembre13:10
Giappone11 ottobreIn attesa di conferma
Stati Uniti25 ottobre20:10
Messico1 novembre20:10
Brasile15 novembre18:10
Abu Dhabi29 novembre14:10

 

La Mercedes di Lewis Hamilton e la Ferrari di Charles Leclerc nel Gran Premio del Brasile 2019 di F1 a San Paolo (Foto Wolfgang Wilhelm/Mercedes)
F1 (Foto Wolfgang Wilhelm/Mercedes)

Chiara Rainis