Truffa della busta verde, allarme della Polizia: cosa c’è da sapere

0
1966

Truffa della busta verde, avvertenza della Polizia: scatta l’allarme su numerosi episodi avvenuti di recente, le indicazioni utili

Truffa della busta verde
(photo dal web) 

Numerose le truffe architettate da menti criminali per ingannare vittime ignare. Tra le più recenti, la cosiddetta truffa della busta verde. Occhio all’arrivo nella vostra casella della posta di quelle che sembrano delle raccomandate in busta verde, il colore di quelle che solitamente vengono utilizzate per notificare delle multe automobilistiche. La truffa sfrutta eventuali viaggi all’estero avvenuti durante le festività tra dicembre e l’inizio di gennaio. All’interno della busta, si trova un verbale falso per superamento dei limiti di velocità, per un valore della presunta multa tra i 180 e i 250 euro. Viene indicato dunque un conto corrente da pagare, con un Iban per effettuare un bonifico. Le vittime vengono confuse dai verbali scritti per metà in italiano e per metà in lingua straniera, spesso in croato, con prospetti di eventuali contenziosi e pignoramento dei beni in caso di mancato pagamento. La Polizia Postale invita tutti a non cadere nella trappola. L’invito è di non pagare assolutamente e di denunciare la ricezione di queste raccomandate fasulle per cercare di incastrare i truffatori.