Flop Dakar, ora Fernando Alonso punta tutto sulla prossima sfida

0
4812

Mentre sta disputando una deludente Dakar, Fernando Alonso pensa già al suo vero obiettivo per il 2020: la 500 Miglia di Indianapolis

Fernando Alonso (Foto Frederic Le Floc’h/Dppi)
Fernando Alonso (Foto Frederic Le Floc’h/Dppi)

Il suo tanto atteso debutto alla Dakar si sta trasformando in un’esperienza deludente: pur avendo rimontato diverse posizioni negli ultimi giorni, ha già accumulato oltre tre ore di ritardo in classifica generale, soprattutto per colpa della rottura di ruota e sospensione nel corso della seconda tappa. C’era da aspettarselo, però, alla luce della sua mancanza di esperienza: “L’avventura alla Dakar è una sfida professionale”, ha ammesso il 38enne spagnolo ai microfoni del quotidiano El Mundo, “per sentirmi competitivo e imparare dai migliori in una specialità che non conosco”.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Ma il suo vero target per la stagione 2020 è in realtà un altro: la 500 Miglia di Indianapolis. Ovvero, il terzo e ultimo trofeo che manca alla sua bacheca, dopo essersi già aggiudicato il Gran Premio di Montecarlo di Formula 1 e la 24 Ore di Le Mans, per completare la cosiddetta Triple crown, il leggendario triplete delle corse automobilistiche riuscito finora nella storia solamente a Graham Hill.

Alonso, terzo tentativo alla 500 Miglia di Indianapolis

“L’obiettivo in termini di competitività, per cercare di vincere qualcosa di importante, è la 500 Miglia di Indianapolis”, conferma il due volte iridato. Alonso ha già tentato questa sfida nel 2017, quando rinunciò per l’occasione al GP di Monaco, e poi l’anno scorso, dopo il ritiro dalla F1, quando non riuscì nemmeno a qualificarsi al volante di una monoposto iscritta dal team McLaren. Quest’anno, dunque, l’asturiano prevede un approccio molto diverso per il suo terzo tentativo: “Cercherò di essere nel miglior team possibile e nelle migliori condizioni possibili. Spero che qualcosa verrà finalizzato presto”.

La McLaren schiererà una sua squadra a tempo pieno in questa stagione del campionato americano di IndyCar, ma la scelta di Alonso, stando anche a queste ultime dichiarazioni, dovrebbe piuttosto ricadere su una formazione ben più esperta e specialista della categoria: il team Andretti. Il boss Michael Andretti, a sua volta ex pilota di F1, ha infatti dichiarato alla testata statunitense Racer che “le cose si stanno mettendo bene” verso la firma di un contratto con Nando, che dunque si dovrebbe accomodare su una delle sue vetture in vista della superclassica del prossimo maggio sull’ovale di Indy.

Fernando Alonso ai microfoni dei giornalisti (Foto Florent Gooden/Dppi)
Fernando Alonso ai microfoni dei giornalisti (Foto Florent Gooden/Dppi)