Domani si verificherà la prima eclissi lunare dell’anno e, dunque, del decennio che sarà visibile anche dall’Italia e durerà circa 4 ore.

Luna
(Getty Images)

Domani sera, venerdì 10 gennaio, sarà possibile osservare il secondo evento astronomico dell’anno, dopo quello delle Quadrantidi: la prima eclissi lunare. Quello in calendario domani non sarà un fenomeno raro, ma offrirà comunque uno spettacolo suggestivo soprattutto per gli appassionati di astronomia. L’eclissi, la prima del decennio, sarà visibile anche in Italia, condizioni meteorologiche permettendo.

Domani la prima eclissi lunare dell’anno: la Luna apparirà più scura e opaca

Ci siamo, il secondo evento astronomico dell’anno, dopo le Quadrantidi (lo sciame meteorico visibile nel mese di gennaio) è alle porte: domani sera, venerdì 10 gennaio, si verificherà la prima eclissi lunare del decennio. L’eclissi non è un fenomeno non molto raro, ma che sicuramente farà tenere gli occhi puntati al cielo a molte persone, soprattutto agli appassionati di astronomia. Quella in programma domani è un eclissi di penombra, ovvero un fenomeno ottico durante il quale la Luna verrà coperta come da una sorta di velo che ne farà affievolire la luminosità facendola apparire più opaca. Nello specifico questa tipologia di eclissi si verifica quando il satellite naturale attraversa la parte più esterna del cono d’ombra che la Terra proietta nello spazio. Secondo quanto riportato dalla redazione di Sky Tg24, l’evento astronomico sarà visibile anche dall’Italia e avrà inizio alle 18:07 per una durata totale di circa 4 ore. “Non sarà un evento evidente come un’eclissi parziale o totale -spiegano gli esperti dell’Unione Astrofili Italiani (Uai)- ma in eventi simili del passato si è comunque notata una diminuzione di luminosità del disco lunare“. Il presidente dell’Uai, Paolo Volpini, in un’intervista rilasciata all’agenzia stampa Ansa, ha spiegato che durante l’eclissi di domani “si vedrà un calo di luminosità del nostro satellite” e la Luna La apparirà un po’ più scura e opaca del solito, ma in modo non simmetrico, “perché apparirà più scura vicino al cono d’ombra della Terra“. Volpini, infine, ha concluso affermando all’Ansa: “Poiché la Luna piena sorgerà quasi in contemporanea al tramonto del Sole, chi vuole potrà dedicare tutta la serata all’osservazione: poco prima delle 17,00 si vedrà tramontare il Sole a Ovest, mentre nella parte opposta dell’orizzonte, a Est, si potrà vedere il sorgere della Luna. In quel momento sarà una normale Luna piena. Poco più di un’ora dal suo sorgere vedremo cominciare l’eclissi di penombra“.

Leggi anche —> Meteo, neve senza perturbazioni: lo strano fenomeno verificatosi in questi giorni

Eclissi lunare
Eclissi lunare (Getty Images)