Un uomo di 53 anni si toglie la vita dopo la morte del figlio in un incidente in moto. “Non ce la faccio più a sopravvivere alla morte di mio figlio”.

Polizia scientifica

Nel giorno dell’Epifania, un uomo di 53 anni, nella zona di Fidene a Roma, si è tolto la vita. Non ha sopportato la morte del figlio di 18 anni avvenuta l’anno scorso in seguito ad un incidente in moto. Ha fatto perdere le sue tracce e si è tolto la vita impiccandosi, legandosi a una corda sul terrazzo condominiale di un palazzo dove abitava, a via delle Vigne Nuove.

A riportare la notizia è il Messaggero. “Non ce la faccio più a sopravvivere alla morte di mio figlio», si legge in una frase lasciata impressa nella lettera che ha lasciato. A denunciare la scomparsa era stata la sorella il 5 gennaio. Il corpo è stato scoperto dagli agenti del commissariato Fidene Serpentara nel giorno dell’Epifania. Sul posto è accorsa un’ambulanza ma il medico di bordo non ha potuto far altro che constatarne la morte.

Leggi anche -> Terribile incidente stradale, auto contro un taxi: 6 morti

Sul posto anche la polizia scientifica per i rilievi del caso ed il medico legale. Per quest’ultimo la morte risale a qualche ora prima del ritrovamento. E non ci sarebbero dubbi sul suicidio: in seguito alla perquisizione nell’abitazione sarebbero stati ritrovati diversi biglietti che spiegavano i motivi di quel gesto.