La Red Bull ha giocato d’anticipo, rinnovando il contratto di Max Verstappen, per evitare che passasse alla Mercedes in sostituzione di Lewis Hamilton

Max Verstappen stringe la mano a Lewis Hamilton (Foto Dan Istitene/Getty Images)
Max Verstappen stringe la mano a Lewis Hamilton (Foto Dan Istitene/Getty Images)

Max Verstappen imita il suo coetaneo (e grande rivale) Charles Leclerc e rinnova a lungo termine con la sua squadra, la Red Bull. Il contratto dell’olandese è più corto di quello del ferrarista (scade nel 2023 invece che nel 2024), ma molto più ricco: secondo alcuni si parla di 25 milioni a stagione, secondo altri di quasi 40. Cifre da campione del mondo, quale del resto Max ha dimostrato di essere, almeno potenzialmente.

Leggi anche —> Ufficiale: niente Ferrari per Max Verstappen, arriva l’annuncio

È questa la scommessa dei Bibitari, ma ancor più del loro motorista, la Honda: Verstappen è il pilota giusto per riportarli al titolo mondiale, una specie di nuovo Ayrton Senna, in altre parole. Per questo hanno deciso di blindarlo con così ampio anticipo, soprattutto per evitare che qualche squadra rivale glielo potesse soffiare sotto il naso. Come la Mercedes, che lo aveva eletto come candidato favorito nel caso di un addio di Lewis Hamilton.

Marko temeva che Verstappen andasse in Mercedes

Lo ammette candidamente il plenipotenziario della Red Bull, Helmut Marko: “Ero molto preoccupato di perdere Max a favore della Mercedes nel 2021”, ha confessato ai microfoni della rivista specializzata tedesca Auto Bild. “Per questo ho trascorso tutte le vacanze a mettere a posto il contratto, che ci è costato un po’. Ma questo è un passo in avanti molto importante per noi, ora possiamo guardare al futuro con più fiducia”.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

L’eventuale domino del mercato piloti si sarebbe innescato nel caso in cui Lewis Hamilton avesse deciso di accettare il corteggiamento della Ferrari e di passare a Maranello: in quel caso la prima scelta della Mercedes, come detto, sarebbe ricaduta proprio su Verstappen. “Ad essere onesti abbiamo avuto difficoltà a immaginare cosa stava succedendo con la Ferrari e Hamilton”, prosegue ancora Marko.

Anche Lewis Hamilton verso il rinnovo

Certo è che adesso, dopo questo annuncio, lo scenario risulta molto modificato. Se Max (e soprattutto il padre Jos) hanno deciso di firmare già ora con la Red Bull è perché evidentemente sospettavano che il sedile nel team campione del mondo in carica alla fine non si sarebbe liberato.

E che, dunque, nonostante tutti i discorsi fatti, alla fine Lewis Hamilton è destinato a restare lì dov’è. Ne è convinto anche l’ex pilota della Ferrari Mika Salo, secondo cui il nuovo contratto di Verstappen non modifica poi così tanto il futuro del mercato piloti della Formula 1: “In realtà non cambia nulla”, ha commentato ai microfoni di C More. “C’era da aspettarsi che Max sarebbe rimasto lì”. E così, in effetti, è stato.

Lewis Hamilton e Max Verstappen (Foto Andrej Isakovic/Afp/Getty Images)
Lewis Hamilton e Max Verstappen (Foto Andrej Isakovic/Afp/Getty Images)