Giovanni Custodero, ex calciatore di calcio a 5 che da anni combatte contro un cancro alle ossa, ha reso nota la scelta di andare in sedazione per alleviare i dolori.

Campo calcio
(foto dal web)

Il giovane giocatore di calcio a 5 Giovanni Custodero, affetto da un cancro, ha scelto la sedazione per alleviare i propri dolori. L’ex portiere del Fasano, società che milita nel campionato di C2 di calcio a 5, ha annunciato la sua decisione con un post che ha commosso il web sul proprio profilo Facebook, attraverso il quale da due anni racconta la propria battaglia contro il tumore maligno.

Ex calciatore di calcio a 5 affetto da un cancro alle ossa: “Da domani sarò sedato e potrò alleviare il mio malessere

Giovanni Custodero, ex portiere di calcio a 5 ha pubblicato un post sul proprio profilo Facebook in cui ha annunciato la scelta di andare in sedazione per cercare di lenire i propri dolori. L’ex calciatore, come riporta Repubblica, da circa due anni sta combattendo contro un sarcoma osseo, un tumore maligno alle ossa che gli è stato diagnosticato nel 2017, e lo ha costretto all’amputazione della gamba sinistra, sedute di chemio e radioterapia per contrastare la patologia che si era estesa a femori, clavicola sinistra e cranio. Giovanni, che tra pochi giorni compirà 27 anni, ha scritto sul proprio profilo Facebook, dal quale da mesi racconta la sua battaglia: “Ciao a tutti, come sempre ci tengo ad essere io a raccontarvi lo sviluppo del mio stato di salute. Negli ultimi post vi avevo accennato che la situazione non è delle migliori. Ebbene si, eccoci arrivati alla battaglia finale, siamo io e lui, uno dinanzi all’altro… ed io lo guardo in faccia… capisco che è forte dell’energia con la quale l’ho nutrito in questi anni, mentre io sono ormai stanco. Ho deciso di trascorrere le feste lontano dai social ma accanto alle persone per me più importanti. Però, ora che le feste sono finite, ed insieme a loro anche l’ultimo granello di forza che mi restava, ho deciso che non posso continuare a far prevalere il dolore fisico e la sofferenza su ciò che il destino ha in serbo per me. Da domani -prosegue l’ex calciatore- sarò sedato e potrò alleviare il mio malessere. Spero di essere stato d’aiuto a molte persone. Per questo voglio per l’ultima volta ringraziarvi per ciò che siete stati, siete e sarete sempre: LA MIA FORZA. Un abbraccio“. La storia di Giovanni, soprannominato ‘Il guerriero sorridente’ per lo spirito con cui ha affrontato la malattia in questi mesi, ha commosso il web e non solo ricevendo il supporto ed il sostegno di numerosi personaggi famosi, tra cui i giocatori del Lecce che, come riporta Repubblica, in occasione della gara casalinga contro la Juventus hanno lanciato la vendita di magliette “Smiling warrior” per sostenere le cure del giovane ragazzo.

Leggi anche —> Iran attacca due basi americane, all’interno anche soldati italiani: 80 morti

Giovanni Custodero
Giovanni Custodero (foto dal web)