La Williams, stabilmente in fondo alla griglia della Formula 1 nella passata stagione, rischia anche la crisi economica dopo aver perso molti sponsor

La Williams F1 in pista (Foto Charles Coates/Getty Images)
La Williams F1 in pista (Foto Charles Coates/Getty Images)

Sono lontani i tempi in cui la Williams dominava la Formula 1: questo team inglese dal glorioso passato, infatti, ha chiuso nettamente all’ultimo posto nella passata stagione, non riuscendo mai a sganciarsi dalla lotta per il fondo della classifica. E, come se non bastasse, alla crisi di risultati rischia ora di aggiungersene anche una economica, che si sta facendo sempre più grave.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Con la partenza di Robert Kubica alla Alfa Romeo, nel ruolo di collaudatore, la squadra di Grove ha perso lo sponsor personale del polacco, la compagnia petrolifera Pkn Orlen. E, secondo la testata Sportowe Fakty, anche altri marchi come Symantec, Omnitude e Tata avrebbero recentemente abbandonato la scuderia inglese.

Emorragia di sponsor dalla Williams

Ma il colpo più pesante rischia di essere l’addio della Rexona, il brand australiano di deodoranti che era molto evidente e visibile sulla livrea del team nel 2019. Sempre secondo fonti polacche, l’azienda del gruppo Unilever, che si era unita alla Williams lasciando la Lotus nel 2015, avrebbe deciso di non rinnovare il contratto. Un accordo che portava nelle casse della squadra ben 15 milioni di euro all’anno, stando alle stime del quotidiano sportivo spagnolo As, e che rappresentava la seconda sponsorizzazione più ricca dopo quella della Rokit.

Per compensare queste perdite, la Williams ha annunciato alla vigilia di Natale di aver venduto la maggioranza della sua branca ingegneristica, la Williams Advanced Engineering, ad un fondo di private equity. Un altro contributo lo darà l’arrivo di un nuovo pilota pagante nel 2020, Nicholas Latifi: “Ha una grande personalità, ha fatto un buon lavoro in Formula 2 e penso che sarà utile a far progredire il team”, aveva commentato la team principal Claire Williams. Non solo dal punto di vista della guida, evidentemente.

Leggi anche —> Annunciato l’ultimo pilota sulla griglia della F1 2020: sarà Nicholas Latifi

Il marchio Rexona sulle fiancate della Williams F1 (Foto Charles Coates/Getty Images)
Il marchio Rexona sulle fiancate della Williams F1 (Foto Charles Coates/Getty Images)