Giovane ragazzo accoltella la compagna: convivevano da un giorno

Un ragazzo di 18 anni è stato arrestato a Locri (Reggio Calabria) per aver accoltellato la compagna 27enne con la quale conviveva da un solo giorno.

Carabiniere ucciso
(foto dal web)

I carabinieri della Compagnia di Locri, comune in provincia di Reggio Calabria, hanno arrestato un giovane ragazzo 18enne per aver accoltellato la compagna con la quale era andato a convivere da appena un giorno. Il giovane, Giancarlo Martelli, avrebbe colpito con 14 coltellate la ragazza, una 27enne di origine cubana che è stata ricoverata in ospedale in gravi condizioni, ma non sarebbe in pericolo di vita.

Leggi anche —> Travolge ed uccide un giovane ragazzo: la vittima aveva rubato il cellulare al figlio

Locri, ragazzo di 18 anni accoltella la compagna: convivevano da un solo giorno

Avevano preso la decisione di andare a vivere insieme, uno dei passi più importanti in una relazione, ma dopo sole 24 ore di convivenza il dramma. Un ragazzo di 18 anni, Giancarlo Martelli, come riporta la redazione de Il Fatto Quotidiano, al culmine di una lite, ha aggredito la propria compagna, una 27enne di origine cubane che lavora come estetista in un comune vicino, colpendola con 14 coltellate sferrate al torace e all’addome. È accaduto a Locri, comune in provincia di Reggio Calabria, durante la scorsa notte, tra lunedì 6 e martedì 7 gennaio, nell’appartamento all’ultimo piano di un palazzo sito in via Foggia. Il ragazzo è stato arrestato dai carabinieri della Compagnia di Locri, intervenuti sul posto, ed è stato trasferito nel carcere di Locri a disposizione dell’autorità giudiziaria con l’accusa di tentato omicidio. Il 18enne, come scrive Il Fatto Quotidiano, sarebbe stato trovato dai militari dell’Arma nascosto all’interno di una intercapedine del sottotetto, con i vestiti ancora intrisi di sangue. La giovane è stata trasportata in ospedale prima a Locri e successivamente trasferita a Reggio Calabria, dove si trova ricoverata in gravi condizioni con ferite all’addome e al torace, ma non sarebbe in pericolo di vita. Sul luogo dell’accaduto sono intervenuti anche i carabinieri della sezione di investigazione scientifica del comando provinciale carabinieri di Reggio Calabria per effettuare i rilievi e gli accertamenti del caso.

Leggi anche —> Tragedia familiare in un appartamento: ragazzo uccide la moglie e la figlioletta

Caseificio sequestrato
Carabinieri (foto dal web)