Donna muore in ospedale per un batterio killer: per i medici era influenza

0
144

Una donna di 51 anni è morta in ospedale a Firenze, dove era arrivata dopo due diagnosi di influenza, a causa di un batterio killer.

meningite
Ospedale (Getty Images)

Una donna di 51 anni è deceduta nel reparto di terapia intensiva all’ospedale San Giovanni di Dio di Firenze, reparto dove era stata ricoverata due giorni prima. La vittima era arrivata al pronto soccorso del nosocomio toscano dopo aver ricevuto due diagnosi di influenza fatte prima dalla guardia medica e successivamente dal medico di famiglia. Nonostante i tentativi di salvarle la vita da parte dei medici dell’ospedale, che l’hanno sottoposta anche ad un intervento chirurgico, purtroppo la 51enne è deceduto a causa di uno shock settico.

Leggi anche —> Bambina di 6 anni ricoverata dopo un viaggio: i genitori pensavano si trattasse di influenza

Maestra d’asilo muore a causa di uno shock settico in ospedale: la donna uccisa da un batterio killer

Nonostante i numerosi tentativi dei medici dell’ospedale San Giovanni di Dio di Firenze, una maestra d’asilo di 51 anni è morta a causa di uno shock settico. Secondo quanto riportato dalla redazione de La Nazione, la donna sarebbe arrivata nel nosocomio fiorentino a seguito di due diagnosi di influenza che erano state fatte prima dalla guardia medica e poi dal medico di famiglia. La 51enne aveva fatto un check up approfondito nei mesi scorsi, ma a dicembre aveva accusato dei disturbi gastrointestinali recandosi alla guardia medica, dove le era stata diagnosticata un’influenza prescrivendole antinfiammatorio e tachipirina. Nei giorni successivi, riporta La Nazione, pensando di essere guarita esce anche a pranzo, ma il giorno dopo, il 16 dicembre accusa altri malori ed i familiari decidono di contattare il medico di famiglia che, dopo una visita a casa, diagnostica ancora un’influenza. Il giorno successivo, la sorella della donna chiama il 118 e la 51enne viene accompagnata al pronto soccorso per accertamenti approfonditi, dai quali emerge una polmonite con versamento pleurico. La situazione precipita e le condizioni della donna si aggravano con una febbre salita sino a 41. I medici, scrive La Nazione, dispongono il ricovero in terapia intensiva e sottopongono la donna ad una cura di antibiotica e cortisonica contro un batterio a quel momento sconosciuto. La paziente viene anche sottoposta ad un intervento chirurgico per rimuovere la colecisti, dalla quale si pensava fosse partita l’infezione, ma l’operazione, nonostante sia riuscita perfettamente non risolve il quadro clinico della donna che muore a causa di uno shock settico, il quale aveva attaccato tutti gli organi vitali. Adesso la famiglia si chiede come sia potuto accadere interrogandosi sulle cause del decesso, interrogativi ai quali i medici non sono ancora in grado di rispondere non sapendo quale batterio abbia dato origine alla sepsi. I familiari hanno chiesto l’autorizzazione per l’esame autoptico, i cui risultati non sono stati ancora consegnati alla famiglia. La direzione generale dell’Asl Toscana centro, come riporta La Nazione, ha spiegato che lo shock settico è stato determinato dalla polmonite provocata dal batterio escherichia coli che per la donna si è trasformato in un batterio killer che ha attaccato inizialmente i polmoni ed entrando in circolo nel sangue con lo shock settico successivamente ha colpito tutti gli organi vitali in poche ore.

Leggi anche —> Travolge ed uccide un giovane ragazzo: la vittima aveva rubato il cellulare al figlio

Ospedale
Ospedale (foto dal web)