BMW: “Produrremo motori a combustione per almeno altri 30 anni”

0
1665
(Image by Motor1)

La BMW sta lavorando su una serie di veicoli elettrici che prenderanno il via con l’iX3 in arrivo nel corso dell’anno, ma questo non significa che rinuncerà presto al vecchio motore a combustione.

I bavaresi sono ben consapevoli che il passaggio ai veicoli elettrici non avverrà da un giorno all’altro, poiché l’intero processo richiederà almeno un paio di decenni prima che l’ultima auto che alimentata a benzina o diesel lasci la catena di montaggio.

In un’intervista con ‘Automotive News Europe‘, Klaus Froehlich, il capo della Ricerca e Sviluppo della BMW, ha rassicurato gli appassionati dei motori tradizionali che l’azienda continuerà a produrli per i decenni a venire. Ha menzionato che i turbodiesel a quattro e sei cilindri saranno disponibili per almeno 20 anni, mentre i motori a benzina saranno disponibili per almeno 30 anni da ora.

Ciò non significa che non ci saranno cambiamenti significativi nell’offerta di motori BMW, poiché le norme più severe sulle emissioni in alcune parti del mondo potrebbero segnare la fine del V12. Disponibile nella lussuosa berlina di lusso M760i xDrive da 160.000 euro, il bestione biturbo da 6,6 litri con i suoi 601 cavalli è una forza da non sottovalutare.

Tuttavia, il prezzo elevato dell’auto comporta che non tutti potranno permettersi questo bestione, e Klaus Froehlich afferma che la BMW produce solo “qualche migliaio di unità all’anno“. Significa che il V12 non ha un solido business case, soprattutto perché aggiornare il motore per soddisfare le normative più severe equivale a “diverse migliaia di euro di costi aggiuntivi”. Non sarà abbandonato subito, ma le possibilità di vedere questo motore dopo il 2023 sono scarse.

Durante la stessa intervista, il capo della R&S ha parlato dell’elettrificazione e di come una piattaforma CLAR aggiornata, prevista per il 2021, faciliterà il lancio di ibridi plug-in con ben 120 chilometri di autonomia elettrica. Questi veicoli avranno un serbatoio di carburante più grande, il che significa che i proprietari saranno in grado di coprire distanze più lunghe prima di dover fare rifornimento.