Senigallia, automobilista ubriaco travolge e uccide due donne

Un uomo 47enne travolge e uccide due donne a Senigallia, in provincia di Ancona. L’automobilista era uscito da una discoteca poco prima.

Un’altra tragedia stradale nella notte, stavolta a Senigallia, in provincia di Ancona. Due donne sono state investite e uccise lungo la strada statale 360 ‘Arceviese’. A travolgerle un’auto guidata da un uomo di 47 anni, risultato positivo all’alcoltest, che è stato arrestato dagli agenti della Polizia Stradale del capoluogo marchigiano. L’uomo è accusato di duplice omicidio stradale aggravato.

Secondo le prime ricostruzioni sia le due vittime che l’investitore avevano passato la serata nella discoteca che si trova a breve distanza dal luogo dell’incidente. Le due donne, di 34 e 43 anni entrambe della provincia di Pesaro, stavano camminando per raggiungere la loro auto quando sono state travolte dalla Grande Punto guidata dal 47enne, che si è fermato e ha allertato i soccorsi.

Massimo Renelli, classe 1972, che ha scaraventato i corpi a venti metri di distanza nel campo adiacente alla strada. È stato lo stesso investitore, due chilometri dopo il luogo dell’impatto, a chiamare la polizia, dicendo che si era scontrato con qualcosa, senza capire cosa fosse successo. L’uomo però è risultato positivo all’alcol test, addirittura con un tasso quattro volte superiore al consentito. I cadaveri sono stati ritrovati dopo una lunga ricerca a causa dell’oscurità.

Intanto è arrivato anche il commento del sindaco di Senigallia, Maurizio Mangialardi: «Esprimo il cordoglio della mia città alle famiglie colpite dal lutto. La dinamica purtroppo è chiara. Una tragedia analoga è accaduta pochi giorni fa anche ad una nostra concittadina a Mestre. Ci vogliono maggiore attenzione e maggiore cultura».