Smettere di bere caffè: benefici ed effetti collaterali

0
1798

Smettere di bere caffè secondo alcuni studi comporterebbe alcuni benefici, ma anche diversi effetti collaterali per il nostro organismo. Quest’ultimi sarebbero amplificati se il consumo della bevanda viene interrotto di punto in bianco.

Caffè
Caffè (Getty Images)

Una delle abitudini più diffuse al mondo è quella di bere un caffè. Dopo i pasti, per svegliarsi la mattina, per prendere una pausa, il consumo di questa bevanda per molti diventa quasi un rituale, un appuntamento nella quotidianità a cui è difficile rinunciare. Recenti studi hanno dimostrato che smettere di consumare caffè potrebbe portare a disturbi ed effetti collaterali da non trascurare. Questi possono essere amplificati se si interrompe il consumo di punto in bianco.

Leggi anche —> Il consumo di caffè non sarebbe dannoso per le arterie

Smettere di bere caffè: benefici ed effetti collaterali per l’organismo

Alcuni studi condotti da esperti in materia hanno confermato quella che per molti poteva essere solo una diceria: smettere di bere caffè ha degli effetti collaterali per il nostro organismo. Secondo quanto riportato in un articolo pubblicato dal settimanale Donna Moderna, smettendo di consumare la famosa bevanda di punto in bianco potrebbe provocare effetti collaterali come mal di testa, difficoltà a concentrarsi, stanchezza generalizzata, aggressività e attacchi di fame. Questo tipo di fenomeni fortunatamente, come scrive Donna Moderna, sono solo temporanei e possono, soprattutto, essere limitati eliminando il caffè dalla propria dieta gradualmente piuttosto che smettere di punto in bianco. Smettere di consumare caffè, come risaputo, comporta anche diversi benefici per il nostro corpo come quello di ingerire meno zuccheri, ovviamente se prima si beveva la bevanda zuccherata, un netto miglioramento del sonno, una riduzione dell’ansia e dell’agitazione, sollievo per lo stomaco e per chi ha il colon irritabile, meno problemi ai denti che risulteranno essere più bianchi. Come riporta Donna Moderna, il caffè può essere sostituito con altre bevande idratanti come acqua e limoni o centrifughe, smoothie e acque aromatizzate. È consigliato bere quest’ultime senza zucchero o con zenzero e menta per riprodurre l’effetto tonificante e sedativo della fame esercitato dalla caffeina.

Leggi anche —> Caffè al ginseng: ecco cosa contiene realmente una tazzina della bevanda

Caffè
(foto dal web)