Pol Espargaro: “Zarco? Non esistono dei, ecco perché lo volevo con noi”

0
168

MotoGP | Pol Espargaro parlando della scorsa stagione ha analizzato la difficile situazione che si è ritrovato a vivere il suo ormai ex compagno di team Zarco.

Pol Espargaro (Getty Images)
Pol Espargaro (Getty Images)

Pol Espargaro è stato autore di un’ottima stagione in MotoGP. Lo spagnolo ha chiuso con 100 punti la sua terza annata in KTM, praticamente il doppio rispetto a quanto fatto nelle due stagioni precedenti. Il rider iberico ora però punta, passo dopo passo, ad avvicinarsi ai primi della classe.

Come riportato da “Motosan”, lo spagnolo ha così dichiarato: “Io mi sento molto frustrato quando le cose non vanno bene e voglio per questo sempre di più. Ho cominciato l’anno con un nuovo incidente, ma poi pian piano sono migliorato. Nonostante tutto però devo dire che il bilancio è sicuramente positivo”.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Pol Espargaro: “Zarco è arrivato per fare il numero uno”

Pol Espargaro ha poi proseguito: “La cosa chiara è che Zarco è arrivato per fare il numero uno e farci fare un salto in avanti visto quello che aveva fatto in Yamaha. Alla fine però non è stato così. Io ho sempre detto che lo volevo nel box perché così potevamo misurare noi stessi. Non esistono dei e qualche volta un pilota non si adatta bene ad una moto. Questo però non vuol dire che la moto è difettosa, anche se è vero che la nostra non è semplice da guidare”.

Infine il rider iberico ha così concluso: “Questa moto ha solo tre anni, ma è incompleta. Nel 2018 Bradley già sapeva che non avrebbe continuato e Mika e io eravamo infortunati, quindi abbiamo perso tanto tempo per lo sviluppo. Quest’anno invece eravamo in 4 e 3 di noi non conoscevano la moto, quindi abbiamo perso molto tempo”.

Antonio Russo

Pol Espargaro in pista (Getty Images)
Pol Espargaro in pista (Getty Images)