Mir: “Non sono a livello di Marquez, vi dico perché”

MotoGP | Joan Mir ha analizzato la propria annata in MotoGP. Lo spagnolo ritiene di non potersela giocare ancora alla pari con Marc Marquez.

Alex Rins (Getty Images)
Alex Rins (Getty Images)

Joan Mir è sicuramente tra i giovani piloti in ascesa nel firmamento della MotoGP. Nella sua stagione di rookie ha portato a casa 92 punti e un ottimo 12° posto nella classifica iridata grazie in particolare ad una seconda parte di stagione di altissimo spessore in cui ha spesso chiuso tra i primi 10.

Come riportato da “Motosprint”, il rider iberico ha così dichiarato: “L’autocritica è importante per un pilota altrimenti finisce che menti a te stesso. Puoi ingannare chi hai intorno o credere di farlo, ma tutto è registrato sulla telemetria. Alcune delle cose negative che mi sono successe nel 2019 sono state colpa mia. So quando prendermi le mie responsabilità”.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Mir: “Nei primi weekend del 2019 ho sofferto”

Mir ha poi proseguito: “Marquez? Devo essere sincero, non è il mio livello. Nel 2019 mi sono adattato e sono cresciuto, Marc, invece, ha già tutto ben chiaro, sa di cosa ha bisogno per andare forte. Io ho vissuto una stagione di apprendistato. Io devo continuare con la mia crescita. L’anno scorso nei primi weekend cadevo spesso ed ero perplesso. Non pensavo che ci fosse così tanto da imparare, ma poi le cose sono andate meglio”.

Infine il pilota della Suzuki ha così concluso: “Quartararo non è mai stato un punto di riferimento per me. In Moto3 non era emerso il suo talento, avevamo la stessa moto e io gli ero sempre davanti. In Moto2 non si è adattato subito e solo nel secondo anno ha cominciato ad avere buoni risultati. Non penso che Fabio abbia qualcosa più di me”.

Antonio Russo

Rins e Morbidelli (Getty Images)
Rins e Morbidelli (Getty Images)