Prezzi carburante in salita: l’anno inizia male per gli italiani

Dopo le vacanze natalizie i prezzi di benzina, diesel e gpl sono in rialzo. Il 2020 inizia sotto una cattiva stella per gli automobilisti italiani.

benzina
photo Pixabay

Nuovi movimenti al rialzo sulla rete carburanti italiana. Mentre le quotazioni in Mediterraneo sono in salita sia per la benzina che per il gasolio, si registrano aumenti dei prezzi consigliati per Eni sul Gpl (+2 cent), Tamoil sul diesel (+1 cent) e il Gpl (+2 cent) e IP, Italiana Petroli e Q8 su tutti e tre i prodotti (+1 cent). Passando ai prezzi praticati sul territorio, invece, non si riscontrano particolari variazioni, anche se bisogna segnalare che il 2019 si è chiuso con alcuni ritocchi al rialzo.

Leggi anche -> RC auto: previsti aumenti per 1,2 milioni di italiani

In base all’elaborazione di Quotidiano Energia dei dati alle 8 di ieri comunicati dai gestori all’Osservaprezzi carburanti del Mise, il prezzo medio nazionale praticato in modalità self della benzina è a 1,593 euro al litro, con i diversi marchi che vanno da 1,587 a 1,614 euro/litro (no logo 1,570). Il prezzo medio praticato del diesel è invece a 1,487 euro/litro, con le compagnie che passano da 1,485 a 1,502 euro/litro (no logo 1,468). In modalità servito, la benzina verde costa in media 1,728 euro/litro, con gli impianti che vanno da 1,682 a 1,792 euro/litro (no logo 1,621), mentre per il diesel la media è di 1,624 euro/litro, con i punti vendita delle compagnie compresi tra 1,586 e 1,699 euro/litro (no logo 1,518). Infine, il Gpl va da 0,608 a 0,627 (no logo 0,602).

Leggi anche -> Autostrade: revoca delle concessioni porterà a pedaggi più bassi

Benzina
photo Pixabay