Colesterolo alto: i sette formaggi che si possono mangiare

 

Trigliceridi
Trigliceridi, i rischi per la salute e i cibi da evitare (foto dal web)

In molti pensano che per non far alzare il colesterolo sia necessario dire addio ad ogni tipo di formaggio, in quanto ricco di grassi saturi, ma non è così: non tutte le tipologie in commercio sono dannose. Alcune infatti contengono acidi grassi in grado di alzare i livelli del colesterolo buono, senza aumentare quello cattivo. Molto importante fare attenzione alla quantità, ovvio, ma ci sono alcuni tipi che possiamo davvero mangiare.

 

Dieta, dimagrire un chilo al giorno: adesso si può –> LEGGI QUI

  1. La crescenza. Rientra tra i formaggi con minor contenuto di colesterolo. Ne contiene 53 mg ogni 100 grammi di prodotto. Molto gustosa e si presta a tantissime ricette.
  2. La feta. È il tipico formaggio greco, solitamente utilizzato per preparare insalate fresche e gustose. Contiene 68 mg di colesterolo ogni 100 grammi di prodotto. Ricca di minerali fra i quali calcio e fosforo, ma ha anche un’elevata percentuale di sodio. Non è indicata a chi soffre di pressione alta. La feta contiene molte proteine altamente digeribili.
  3. La ricotta contiene 51 mg di colesterolo ogni 100 grammi. Considerata tra i migliori formaggi magri in quanto povera di lipidi, ma ricca di proteine, minerali e vitamine.
  4. Il gorgonzola, contrariamente a quanto si possa pensare, non è tra i formaggi più grassi in circolazione. Contiene circa 70 grammi di colesterolo ogni 100 grammi di prodotto, una quantità non bassissima ma comunque non eccessiva. Va mangiato in quantità moderata.
  5. La mozzarella contiene 46 mg di colesterolo ogni 100 grammi, ricca di minerali come calcio e fosforo di vitamine, fra quali A e B2. Gli esperiti consigliano di mangiarla massimo due volte a settimana.
  6. Il parmigiano reggiano è ricco di minerali, fra i quali zinco e ferro e di vitamine A e B. Contiene 88 mg di colesterolo ogni 100 grammi. Va consumato con moderazione.
  7. I fiocchi di latte sono considerati tra i formaggi magri per eccellenza, contengono solo 17 mg ogni 100 grammi.