La Ferrari si schiera contro Toto Wolff: “Non sarebbe giusto”

0
4939

L’amministratore delegato della Ferrari Louis Camilleri si è espresso in maniera contraria a proposito delle recenti voci riguardanti l’attuale boss Mercedes Toto Wolff.

Toto Wolff (Getty Images)
Toto Wolff (Getty Images)

Il capo delle Frecce d’Argento al posto di Chase Carey? No grazie. E’ in questa maniera tranchant che il dirigente maltese, oggi assieme a John Elkann addetto a muovere i fili della Casa di Maranello, ha controbattuto a chi lo interrogava sul futuro dello sport.

Per Camilleri avere al vertice della serie chi fino ad un attimo prima era stato al comando di una scuderia non è una strada percorribile per ovvi motivi di conflitto di interessi. In pratica, Wolff, a Stoccarda dal 2013, avrebbe  troppo le mani in pasta per comportarsi da imparziale.

Chi è stato impegnato in modo attivo in un’equipe non può passare ad avere responsabilità all’interno del corpo governativo del Circus“, le sue parole riportate da Motorsport.com. “Credo dunque che Toto non sarebbe una buona scelta“.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike  CLICCA QUI

Pur non venendo dal mondo delle corse, per l’ad Ferrari il baffo americano, al contrario, starebbe svolgendo un lavoro di livello. “In fin dei conti arrivava dall’ambito dell’intrattenimento, ovvero da un settore non del tutto lontano da quello reale delle competizioni”.

Sarà certamente il Presidente Greg Maffei a decidere, tuttavia sono convinto che se Binotto si fosse candidato il resto del paddock avrebbe protestato. Il che è logico”, ha puntualizzato.

Qualora nella discussione dovesse emergere qualcosa che non quadra o di particolarmente anti-sportivo, il Cavallino potrà comunque esercitare il proprio esclusivo diritto di veto.

Per me rappresenta una sorta di ultima arma“, ha sostenuto Camilleri facendo intendere che giocherà quella carta solamente in casi estremi. “Dovessimo essere interpellati sulla questione spiegheremo la nostra visione a Liberty e al suo responsabile. Sono sicuro che la conversazione sarebbe costruttiva“.

Leggi anche —> Toto Wolff potrebbe essere il nuovo capo della F1. Ma la Ferrari si oppone?

Toto Wolff ai box della Mercedes (Foto Paul Ripke/Mercedes)
Toto Wolff ai box della Mercedes (Foto Paul Ripke/Mercedes)

Chiara Rainis