Valentino Rossi: “Io, unico al mondo a guidare Ferrari e Mercedes”

Valentino Rossi si gode un record in Formula 1: è stato l’unico pilota a provare sia la Ferrari che la Mercedes, come lui stesso sottolinea

Valentino Rossi sulla Ferrari, a sinistra, e sulla Mercedes, a destra (Foto Ferrari/Monster)
Valentino Rossi sulla Ferrari, a sinistra, e sulla Mercedes, a destra (Foto Ferrari/Monster)

Oltre ai tanti record che vanta in MotoGP, Valentino Rossi ne ha già stabilito uno anche in Formula 1, pur senza averci mai corso davvero: è stato l’unico pilota al mondo a salire sia al volante di una Ferrari che di una Mercedes.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

La Rossa l’ha guidata in numerosi test negli anni 2000, la Freccia d’argento il mese scorso nel clamoroso scambio di mezzi con Lewis Hamilton. Che non è stato solamente un’esibizione, ma una giornata di prove vera e propria: “Io sono stato molto contento proprio per questo”, spiega il Dottore in un’intervista esclusiva concessa alla Gazzetta dello Sport. “Quando è venuta fuori l’idea mi son detto ‘bello, che figata’. Ma in questi casi rischi sempre la fregatura, vai lì, fai venti giri e poi quattro ore di foto o cose così. Quindi, ho detto: ‘Io vengo ragazzi, ma voglio una giornata vera, come con la Ferrari. Un test, 70-80 giri, scendere dalla macchina a fine giornata che sei finito’. Ed è andata proprio così”.

Valentino Rossi veloce con la Mercedes

Pur essendo la sua prima volta sulla vettura anglo-tedesca, il fenomeno di Tavullia è andato forte, fermandosi a 1.3 secondi dal tempo stabilito dal campione del mondo in carica: “Sì, io ho fatto 1:13.0, Lewis al mattino 1:11.7, ma ha compiuto solo cinque giri. È stato un test vero, ho lavorato con la sua squadra e anche lui mi ha aiutato molto. Da lì ad andare più veloce però ci vuole ancora un po’, bisogna capire, studiare. Ma ne è valsa la pena”.

Così, dopo nove anni, Valentino Rossi ha ritrovato la sensazione di guidare una monoposto di F1: stavolta dell’era turbo-ibrida, dopo aver sperimentato le vecchie generazioni di motori V10 e V8. “Ci pensavo l’altra notte, posso dire di essere l’unica persona al mondo ad avere provato sia la Ferrari sia la Mercedes, giusto?”, ribadisce. “L’unico al mondo, pensa te che figata. Ho ritrovato una F1 migliore, mi sono divertito di più, anche perché ho fisicamente avuto meno problemi al collo. La Mercedes ha un motore impressionante, il turbo è pazzesco. E l’aderenza mostruosa con quei gommoni enormi”.

Leggi anche —> Hamilton-Rossi dietro le quinte: che cosa si sono detti ai box (VIDEO)

Quando poteva passare alla Formula 1

Nella lunga confessione che ha affidato alle pagine della Rosea, il pesarese torna anche a raccontare quel momento, nel 2006, in cui accarezzò davvero il passaggio in Formula 1, e i motivi per i quali non si concretizzò mai: “Il momento in cui sono stato più vicino a farlo è stato nel 2006 nel test di febbraio a Valencia. Lì ci siamo messi a un tavolo con la Ferrari e chiesti cosa volevamo fare. C’era un programma serio. Non subito la Ferrari, ma all’inizio un’altra macchina più lenta, fare il collaudatore… E lì ho deciso di no'”.

E oggi anche il fratello Luca Marini si sta avvicinando alle quattro ruote, come dimostra l’ultima edizione della 12 Ore del Golfo ad Abu Dhabi dove ha corso in equipaggio con il nove volte iridato sulla Ferrari 488 GT3: “È stato bellissimo. Sto cercando di instradarlo sull’automobilismo, va forte. Ha un gran potenziale, è veloce e sveglio. E si diverte”.

Leggi anche —> Valentino Rossi dietro le quinte della vittoria alla 12 Ore (VIDEO)

Valentino Rossi sulla Mercedes al circuito di Valencia (Foto Guido De Bortoli/Getty Images/Monster Energy)
Valentino Rossi sulla Mercedes al circuito di Valencia (Foto Guido De Bortoli/Getty Images/Monster Energy)