Assistenti di volo: le cose che notano e che nessuno sa

Le 10 cose che notano gli assistenti di volo durante le interminabili ore che trascorrono in viaggio e e di cui nessuno si accorge.

alitalia assistenti di volo
Aereo Alitalia – Fonte Instagram da https://www.instagram.com/p/B6QJx4zqLkM/

Ci sono cose che accadono in aereo di cui si accorgono solo gli assistenti di volo che trascorrono tantissime ore in viaggio. Il portale Business Insider ha così contattato alcuni assistenti di volo che hanno svelano le 10 cose che notano durante i voli.

Le 10 cose che notano gli assistenti di volo in viaggio

Se i passeggeri, spesso, sono concentrati sul volo, gli assistenti, abituati a viaggiare quotidianamente, si accorgono di ciò che, agli occhi comuni dei passeggeri, non appare.

“Noto se le persone non hanno i bagagli con sé, e talvolta mi sembra strano”, ha detto un assistente di volo della United Airlines.

Un assistente di volo United ha detto: “Se la gente sta passando una brutta giornata, lo noto sicuramente. Puoi capirlo dal linguaggio del corpo o dalle espressioni facciali della persona o se sta piangendo. So che viaggiare in aereo è davvero difficile per le persone”.

“Ci sono un sacco di “ding “che continuano a suonare sull’aereo che significano cose specifiche per l’equipaggio di bordo, ma i passeggeri non sanno cosa significhi nessuno di loro”, ha detto un assistente di volo della Delta Air Lines. I ding vengono utilizzate per le telefonate e per il segnale della cintura di sicurezza.

Un altro assistente di volo Delta, a Business Insider, ha raccontato di accorgersi immediatamente se tra i passeggeri c’è chi ha più bisogno di aiuto. “Faccio caso ai passeggeri che ad esempio sono madri single con i loro bambini che potrebbero aver bisogno di un po’ più di aiuto o di un po’ più di pazienza. Faccio caso al passeggero che si sta stringendo forte sul bracciolo, che è davvero fuori di testa a causa del volo e probabilmente ha bisogno di qualcuno con cui parlare”.

E’ molto facile, poi, riconoscere un passeggero ansioso: “Posso riconoscere un passeggero ansioso da un miglio di distanza”, ha detto Kevin Cain, un assistente di volo per PSA Airlines. “Un bicchiere di vino gratuito può semplicemente calmargli nervi e cambiargli la giornata”.

Un assistente di volo di Envoy Air ha poi svelato di riuscire a scoprire subito chi cerca di fare il furbi tenendo il bagaglio sulle gambe piuttosto che sistemarlo sotto il sedile.

Ci sono, poi, quelli che cercano di sapere subito dove si trovano l’uscita di sicurezza e il bagno.

Infine, ci sono quei passeggeri che ignorano che l’aereo possa essere sporco e quei passeggeri che indossano abiti invernali pur essendo in estate facendo preoccupare gli assistenti di volo.

 

Bambina morta aereo
Una bambina morta su di un aereo subito dopo il decollo FOTO tuttomotoriweb