(Image by Motor1)

Volkswagen ha festeggiato un’importante traguardo all’inizio di questo mese, quando ha consegnato una e-Golf che rappresenta il 250.000esimo veicolo venduto con un motore elettrico.

L’e-Golf è la vettura elettrica di maggior successo del marchio, che ha registrato 104.000 vendite dal suo lancio nel 2014, ed è seguita dal piccolo e-up! con 21.000 unità dopo il suo debutto sul mercato nel 2013. Il modello ibrido plug-in più popolare dell’azienda è la Golf GTE introdotta nel 2014 con 51.000 vetture consegnate finora in tutto il mondo, seguita dalla Passat Variant GTE (in vendita dal 2015) con 42.000 unità.

Nei prossimi anni verranno lanciati molti altri veicoli elettrici e ibridi plug-in, poiché il Gruppo Volkswagen ripulirà la sua linea dopo il pasticcio Dieselgate che ancora li ossessiona. Il 2020 segnerà il lancio del portellone elettrico ID.3 come sostituto dell’e-Golf, ma l’anno prossimo vedremo anche il primo SUV elettrico sulla piattaforma MEB.

In anteprima nel 2017 dal concept ID. Crozz, il SUV a emissioni zero è stato riconfermato per una rivelazione ufficiale del 2020 attraverso un comunicato stampa pubblicato oggi da Volkswagen. L’azienda prevede di avviare la produzione del modello l’anno prossimo nello stesso stabilimento di Zwickau, dove l’ID.3, con la piattaforma MEB, ha già raggiunto la catena di montaggio. Altri veicoli elettrici progettati sulla piattaforma MEB arriveranno a partire dal 2020 dalla fabbrica di Anting in Cina, dove è già iniziata la pre-produzione di modelli ID.3.

Nonostante Volkswagen non si sia sbottonata più di tanto riguardo alla nuova ID. Crozz, è praticamente certo che una volta che sarà ufficializzata, la vettura prenderà il nome di ID. 4.

L’ID.3 e l’ID.4 saranno al centro dell’obiettivo di Volkswagen di vendere un milione di veicoli elettrici entro la fine del 2023 o due anni prima del previsto. Entro la metà del prossimo decennio, l’azienda stima di costruire 1,5 milioni di veicoli elettrici. Per raggiungere il suo coraggioso obiettivo, il conglomerato automobilistico tedesco investirà 11 miliardi di euro nel marchio principale, insieme ad altri 22 miliardi di euro in altri marchi sotto il nome di Volkswagen.