Sarà un fine anno con il botto come al solito e sono in tanti ad acquistare i fuochi di artificio. Ecco alcune regole per trasportarli correttamente in auto.

fuochi d'artificio
photo Pixabay

Il trasporto dei botti è una fase delicata al contrario di quanto si possa pensare. Innanzitutto la regola primaria è acquistare fuochi artificiali legali, dotati di etichettatura. I regolamenti di Polizia vietano la detenzione da parte dei privati di quantità di fuochi superiori a 25 kg. Ma per le norme ADR (l’Accordo europeo relativo al trasporto internazionale stradale di merci pericolose) questo peso scende a 20 kg per le categorie UN 0333, UN 0334 e UN 0335, cioè i fuochi pirotecnici classificati come 1.1G, 1.2G e 1.3G.

Chi è al volante di un veicolo dove siano trasportati oltre 20 kg di materiale pirotecnico per uso non personale – anche se per uso personale e regolarmente etichettato – rischia dunque una sanzione da 5MILA A 15MILA EURO, la sospensione della patente e le conseguenze penali citate.

Le categorie dei fuochi d’artificio

Nell’ambito dei privati, fa testo quanto riporta il sito della Polizia di Stato all’indirizzo https://www.poliziadistato.it/articolo/644-Guide_fuochi_d_artificio_un_po_di_chiarezza/. Solo quelli appartenenti alla V categoria, gruppo D o E possono essere trovati in commercio presso supermercati, cartolerie, tabaccai e possono essere acquistati solo dai maggiori di anni 18. Per la V categoria gruppo D, qualora si superi il limite di kg 5 netti, occorre effettuare denuncia del loro possesso alla Autorità di Pubblica Sicurezza. In generale nella propria abitazione non possono essere detenuti quantitativi eccedenti i 25 kg in peso lordo.

Presso le suddette rivendite (supermercati, cartolerie, tabaccai) – ribadisce la Polizia di Stato – è possibile acquistare articoli pirotecnici provvisti della marcatura CE ed appartenenti alla Cat 1 e Cat. 2 europea, che attualmente hanno assunto la denominazione F1 ed F2. I prodotti messi a disposizione dell’acquirente in tali esercizi sono appartenenti alla V categoria gruppo D o gruppo E della categoria nazionale.

“Poiché per il normale consumatore è difficile consultare l’Allegato 1 al D.M. 9 agosto 2011, precisa la Polizia di Stato, per effettuare la comparazione tra le categorie europee e le categorie nazionali è consigliabile detenere presso la propria abitazione – e per analogia trasportare nella propria auto – quantitativi di pirotecnici appartenenti alla Cat 1 e Cat 2 sempre inferiori a kg 5 netti.

photo Pixabay