Meteo per Capodanno ed Epifania: le ultime notizie

Il meteo prevede per questa fine dell’anno un clima decisamente invernale su gran parte dell’Italia con neve fino a bassa quota per poi riservare un netto miglioramento nei primi giorni del 2020: Capodanno ed Epifania all’insegna del bel tempo.

Meteo

Un freddo decisamente irruento quello abbattutosi nelle ultime ore su tutta la Penisola che ha fatto registrare temperature sotto gli 0°C e neve sino a bassa quota. Stando a quanto riferiscono gli esperti le condizioni meteo attuali persisteranno anche per il giorno di Capodanno trovando un miglioramento solo nei primi giorni del 2020.

Meteo Capodanno ed Epifania: previsto netto miglioramento

Una tendenza al miglioramento dovrebbe registrarsi durante i primi giorni del 2020 quando dopo la fase fredda sull’Italia transiterà un ciclone di alta pressione che stabilizzerà anche le temperature. In questi ultimi giorni dell’anno continuerà a persistere il freddo soprattutto sul versante adriatico, sulle zone appenniniche e al Sud. In molte regioni del meridione continuerà a cadere qualche fiocco di neve anche a bassa quota in particolar modo su Basilicata, Calabria e Sicilia, mentre il resto del Paese godrà dei raggi del sole anche se con temperature rigide. Una vera e propria evoluzione è prevista a medio e lungo termine con miglioramenti dettati dall’alta pressione i primi giorni del 2020 sino al 4 gennaio quando una nuova perturbazione farà risprofondare l’Italia nel profondo inverno. Il giorno di Capodanno, riporta la redazione di Meteoweb, trascorrerà con il sole per quasi tutto lo Stivale non dovendo però far abbassare la guardia sulla possibilità di gelate soprattutto nelle ore notturne in cui le temperature resteranno molto basse.

Secondo gli esperti, tenendo in considerazione i modelli dei Global Models, il fulcro anticiclonico si dirige verso il Regno Unito e l’Europa centrale toccando con minore intensità la parte orientale del continente e quella mediterranea, involgendo quindi anche l’Italia. Considerato il lungo periodo, non è possibile sapere con quale intensità il Paese sarà toccato, di certo resta che le coste potranno subire ciclogenesi. Ad essere maggiormente colpite, quasi sicuramente, le regioni site sul versante del medio-basso Adriatico e le Isole Maggiori a far data dal 5/6 gennaio sino alla fine della settimana. Abbondanti precipitazioni per l’Epifania previste su Basilicata e Calabria.  Le regioni invece del versante tirrenico potrebbero risentire dell’alta pressione con tempo soleggiato di giorno e basse temperature durante la notte.

Leggi anche —> Ritirato prodotto consumato durante le feste: l’avviso sul sito del Ministero

Caldo record
(foto dal web)