“Fanno solo il gioco dei migliori”. L’attacco di un pilota di F1

0
87

Dopo Carlos Sainz e Romain Grosjean anche Sergio Perez si schiera contro gli addetti alle riprese tv in F1. Secondo loro le telecamere snobbano di proposito chi si trova in centro gruppo.

La Mercedes di Lewis Hamilton in lotta con la Red Bull di Max Verstappen al Gran Premio del Brasile 2019 di F1 a San Paolo (Foto Lat Images/Mercedes)
La Mercedes di Lewis Hamilton in lotta con la Red Bull di Max Verstappen al Gran Premio del Brasile 2019 di F1 a San Paolo (Foto Lat Images/Mercedes)

Il Circus non è composto soltanto da Mercedes, Ferrari e Red Bull. In poche parole è questo il messaggio che hanno voluto lanciare alcuni driver protagonisti della massima serie a proposito della scarsa attenzione rivolta dai media alle battaglie per le posizioni fuori dalla top 5.

Ultimo a lamentarsi dopo le frecciate lanciate da Carlos Sainz della McLaren e da Romain Grosjean, il messicano della Racing Point che, come i colleghi, ha definito “incredibile” come i duelli rusticani per un piazzamento a punti, siano con costanza saltati a piè pari da chi si occupa di riprendere l’azione in pista.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Il problema a mio avviso è che c’è troppa differenza tra le scuderie“, ha dichiarato Perez a Motorsport.com evidenziando come i big siano privilegiati anche nella pubblicità mediatica nonostante meno obbligati dei piccoli a sferrare gli artigli.

La corsa vera sta proprio nel centro gruppo quando tutti lottano per con le medesime gomme, aerodinamica e le altre sciocchezze di cui parliamo ogni fine settimana. E’ qualcosa di magnifico. Di sicuro. Il guaio è che non viene mai mostrata in televisione“, ha proseguito nell’esposizione di un disappunto comune. “Secondo me la regia non sta facendo per nulla un buon lavoro. Al contrario noi continuiamo ad animare le gare”.

In effetti da quando a Bernie Ecclestone è subentrata Liberty Media, molte cose sono cambiate e non sempre in meglio.

Sarebbe bello se gli spettatori potessero godere di GP movimentati, in cui regna l’incertezza“, ha poi chiosato il 29enne.

L'incidente tra la Mercedes di Valtteri Bottas e la Haas di Romain Grosjean durante la seconda sessione di prove libere del Gran Premio di Abu Dhabi 2019 di F1 a Yas Marina (Foto dal profilo Twitter ufficiale della F1)
L’incidente tra la Mercedes di Valtteri Bottas e la Haas di Romain Grosjean durante la seconda sessione di prove libere del Gran Premio di Abu Dhabi 2019 di F1 a Yas Marina (Foto dal profilo Twitter ufficiale della F1)

Chiara Rainis